Serie A: Eterno Di Natale, Udinese formato Champions supera Parma 4-2

Udine, 29 set. (LaPresse) - L'Udinese batte in casa 4 a 2 il Parma e si riprende il terzo posto in classifica dopo l'effimero sorpasso della Sampdoria. Funziona bene la macchina messa a punto dalla coppia Stramaccioni-Stankovic, e a firmare il successo c'è sempre Antonio Di Natale, autore di una doppietta fantastica nel primo tempo. Il Parma non ha demeritato, anzi, ha giocato a viso aperto sbagliando però troppo in difesa. Donadoni si consola con Josè Mauri: il giovane proveniente dalla primavera orchestra il gioco con personalità e trova pure il primo gol in Serie A.

La partita è da subito vivace e a sbloccarla ci pensa Jose Mauri, la sorpresa dell'undici titolare di Donadoni. Cassano verticalizza per il giovane centrocampista che si gira rapidamente e batte Karnezis al 22' grazie all'involontaria deviazione di Heurtaux che devia leggermente la conclusione del giocatore ospite. La risposta dei padroni di casa non si fa attendere e la parità viene ristabilita al 28' quando su un lancio di Kone Badu fa da torre per Di Natale che inspiegabilmente solo in mezzo all'area di rigore al volo batte Mirante. Il Parma non ci sta e Karnezis si supera su Coda prima e Mauri poi. L'assalto del Parma non si concretizza ed è l'Udinese a mettere la freccia al 44': Widmer crossa basso, Thereau 'vela' in maniera geniale per l'accorrente Di Natale che di prima in rasoterra trova l'angolino per beffare ancora una volta Mirante. Le emozioni non sono finite qui: l'inesauribile Mauri si lancia in percussione in area di rigore venendo steso in maniera sciagurata da Widmer. L'arbitro Calvarese non ha dubbi e indica il dischetto. Dagli 11 metri Cassano si concede il lusso di battere Karnezis con un delizioso cucchiaio che bacia la traversa prima di insaccarsi.

Nelle ripresa i friulani partono forte e Mirante è subito chiamato in causa da una conlusione di Konè. Il portiere di scuola juventina però non può nulla al 57' sulla gemma di Heurtaux: il difensore francese si coordina alla perfezione e realizza in rovesciata il 3 a 2 su cross di Widmer. Donadoni suona la carica inserendo Belfodil ma i piani del tecnico gialloblù vengono rovinati da una grossolana entrata di Acquah ai danni di Muriel (subentrato a un infastidito Di Natale): per il parmense secondo giallo e cartellino rosso. Il Parma non si arrende ma capitola al 83'. Lucarelli pasticcia in disimpegno facendosi soffiare il pallone da Thereau che punta la porta e batte Mirante con un perfetto piatto destro sul secondo palo. Per l'Udinese quarta vittoria in cinque partite, al Parma rimane solo la bella prestazione.

UDINESE-PARMA 4-2

RETI: pt 22' Jose Mauri (P), 28', 44' Di Natale (U), 47 rig. Cassano (P); st 12' Heurtaux (U), 37' Thereau (U).

UDINESE: Karnezis; Widmer, Danilo, Heurtaux, Piris; Badu, Allan, Guilherme (42' st Pasquale), Kone (21' st Domizzi): Thereau, Di Natale (26' st Muriel). A disp. Brkic, Meret, Belmonte, Bubnjic, A.Coda, Hallberg, Bruno, Pinzi, Evangelista. All. Stramaccioni.

PARMA: Mirante; Mendes (1' st Santacroce), Lucarelli, Felipe, Gobbi; Mauri, Jorquera (20' st Galloppa), Acquah, De Ceglie (16' st Belfodil); Cassano, M. Coda. A disp. Cordaz, Iacobucci, Rispoli, Ristovski, Lodi, Lucas Souza, Ghezzal, Palladino, Pozzi. All. Donadoni.

ARBITRO: Calvarese.

NOTE: Espulso Acquah (P) al 31' st per doppia ammonizione; ammoniti Konè, Widmer (U).

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata