Serie A, doppio Menez: Milan stende Udinese, si rivede Montolivo

Milano, 30 nov. (LaPresse/Italia Media) - Oltre un'ora di sforzi e poi il premio: il Milan sbuffa, crea, spreca ma alla fine ha ragione di un'Udinese rinunciataria e conquista tre punti fondamentali per alzare la testa in classifica come chiedeva Inzaghi. C'è voluto un rigore discusso e trasformato da Menez per abbattere il muro friulano ma il risultato è giustissimo sia per il raddoppio spettacolare del francese che per una svista arbitrale che inizialmente aveva penalizzato i padroni di casa. Ha poco da rimproverarsi il Milan nel primo tempo, anzi. Può recriminare per un gol fantasma non visto dall'arbitro Valeri e che avrebbe potuto dare altra piega al match. Di tutti i primi 45', caratterizzati dalla pressione netta dei rossoneri (in insolita maglia gialla) con l'Udinese rintuzzata dietro a difendersi, è l'episodio chiave e arriva al 18' dopo che il Milan aveva già provato a fare la voce grossa in avvio. Karnezis ribatte il colpo di testa di Rami dall'interno dell'area ma la palla sembra aver superato la linea bianca: non per l'arbitro che non convalida. La manovra offensiva del Milan, con Menez falso nueve, funziona soprattutto grazie alle incursioni di El Shaarawy e Karnezis diventa l'uomo in più dei friulani.

Ultimi brividi quando Menez incrocia bene ma sfiora il palo a portiere battuto e con Honda che mette di poco a lato con i friulani che riescono ad arrivare indenni all'intervallo. Nonostante il forcing ininterrotto l'impressione è che il rigore, assegnato al Milan per fallo di Domizzi (che si prende anche il cartellino rosso) su Honda e contestatissimo dagli ospiti, sia stato il toccasana per la squadra di Inzaghi per sbloccare il risultato. Dal dischetto Menez trasforma ma la superiorità numerica dura poco, perché al 25' anche il Milan viene ridotto in 10 per l'espulsione di Essien al secondo cartellino giallo. A chiudere i giochi ancora Menez con un gol capolavoro alla mezzora: slalom prodigioso e destro imparabile. Il Diavolo va in Paradiso e festeggia il ritorno in campo nei minuti finali di Montolivo, l'Udinese resta con le gomme sgonfie.

Milan-Udinese 2-0.

RETI: Menez su rig. (M) al 20' e al 30' st MILAN: Diego Lopez; Bonera, Mexes, Rami, Armero; van Ginkel (Montolivo dal 43' st), Essien, Bonaventura; Honda (Poli dal 36' st), Menez (Pazzini dal 34' st), El Shaarawy. A disp.: Abbiati, Agazzi, Albertazzi, Zapata, Zaccardo, Saponara, Niang, Torres. All. Inzaghi.

UDINESE: Karnezis; Piris, Heurtaux, Danilo, Domizzi; Badu, Allan, Guilherme (Geijo dal 40' st); Thereau, Di Natale (Pasquale dal 22' st), Kone. A disp.: Brkic, Scuffet, Belmonte, Bubnjic, Wague, Widmer, Fernandes, Hallberg, Pinzi, Evangelista, Zapata. All. Stramaccioni.

Arbitro: Valeri di Roma.

Note: Espulsi al 17' st Domizzi (U) per fallo da ultimo uomo e Essien (M) al 25' st per doppia ammonizione. Ammoniti Essien (M), Badu (U), Danilo (U).

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata