Serie A, Capello: A milanesi serviranno tre anni per tornare competitive

Dubai, 28 dic. (LaPresse) - "Milan e Inter devono crescere molto, senza sbagliar niente ci vorranno tre anni per tornare a essere competitive". Fabio Capello, ospite a Dubai del Globe Soccer Forum, si è espresso così a proposito delle squadre milanesi in un'intervista rilasciata ai microfoni di Sky Sport. "Il problema nel calcio italiano è che non è un posto dove tutti vogliono venire a giocare e quando troviamo uno bravo vuole andar via e questo ci impoverisce - ha evidenziato il ct della Russia - La Roma ultimamente si è un po' persa ma credo che dopo la sosta invernale si ritroverà. Per la Juve la sconfitta in Supercoppa brucia ma potenzialmente è la più forte".

Il tecnico di Pieris ha detto la sua poi su Alessio Cerci, avuto ai tempi della Roma e destinato al Milan. "Deve capire che va a giocare in una grande società con un pubblico molto appassionato e molto esigente, deve convincersi di essere forte - ha spiegato Capello - Torres? Ritengo sia un giocatore che ha perso la voglia di far vedere di essere quel giocatore importante che è stato, ha perso un po' la sua forza che era quella di partire palla al piede e andare in porta". Infine, una battuta sull'allenatore dell'anno. "Se guardiamo il Mondiale dobbiamo dire Loew, se guardiamo i risultati Carlo Ancelotti, se guardiamo quello che ha fatto con la sua squadra allora Simeone - ha concluso - Sono tutti meritevoli. Il migliore in Italia? Dico Garcia".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata