Serie A: Bologna cinico, Rossettini mette ko Genoa
Tre punti di importanza capitale che consentono agli ospiti di togliersi dalle sabbie mobili della parte bassa della classifica e mettono invece nei guai i liguri
Continua la marcia del Bologna targato Donadoni. I rossoblù, dopo aver superato il Napoli, incassano la seconda vittoria consecutiva espugnando il 'Ferraris' di Genova. Tre punti di importanza capitale che consentono agli ospiti di togliersi dalle sabbie mobili della parte bassa della classifica e mettono invece nei guai i liguri, al terzo ko di fila. Dopo un buon primo tempo la squadra di Gasperini paga a caro prezzo l'espulsione diretta della sua stella Perotti che lascia in dieci i compagni nelle fasi finali del match. Uno sbaglio puntualmente capitalizzato dai felsinei grazie al secondo gol consecutivo del 'bomber per caso' Rossettini. Dopo una prima mezzora di studio in cui l'unico fatto degno di nota è l'infortunio del bolognese Rizzo, al suo posto Brighi, il Genoa spinge sull'acceleratore. Al 32' Pandev spreca una grande occasione calciando centrale su Mirante dopo un ottimo assist di Tachtsidis. Pochi istanti dopo invece il portiere ospite compie una vera prodezza su una conclusione ravvicinata sempre del volenteroso attaccante macedone. Prima dell'intervallo Mirante salva ancora i suoi pure su un preciso colpo di testa di De Maio. Il Bologna torna in campo con Ferrari per Gastaldello e, soprattutto, uno squillo di Destro la cui conclusione viene murata da De Maio. Gasperini risponde affidandosi alla qualità di Perotti ed i liguri collezionano altre due occasione da gol con Burdisso prima e Gakpé poi ma senza esito. Dopo una fase divertente la stanchezza prende il sopravvento facendo latitare le occasioni da ambo le parti. A scaldare gli animi negli ultimi dieci minuti di gara ci pensa Perotti con una gomitata di reazione ad una trattenuta di Diawara. Di Bello lo spedisce negli spogliatoi con un inevitabile cartellino rosso. Il Bologna ha l'occasione per il colpaccio ma Mounier non scarta il regalo concessogli da uno svarione di Burdisso. Ad evitare la notte insonne al francese ci pensa però Rossettini: è infatti una precisa zuccata del difensore centrale su calcio d'angolo nel recupero a trafiggere Perin. Prima del fischio finale c'è ancora il tempo per l'espulsione di Diawara ma il risultato non cambia più.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata