Serie A, Atalanta affonda Napoli con Denis: 3-0, prima crisi per Benitez

Bergamo, 2 feb. (LaPresse/Italia Media) - Due punti in tre gare contro Bologna, Chievo e Atalanta, tre reti segnate e ben sei incassate, il distacco dalla Roma che può aumentare a 9 punti e il vantaggio sulla Fiorentina che, grazie al Cagliari, resta di soli 3: questi i numeri del Napoli, per cui non è sbagliato parlare di prima vera crisi stagionale. Benitez ragionerà sui motivi di questo periodo no, quelli della sconfitta contro l'Atalanta sono gli errori individuali di giocatori che lo stesso Benitez, di fatto, aveva chiesto di sostituire con un grande mercato: il tecnico aveva chiesto un centrocampista e un difensore centrale nei ruoli occupati oggi da Inler e Fernandez, autori dei due pasticci che hanno affossato il Napoli dopo la prima papera stagionale di Reina, archiviabile forse come un incidente sul campo bagnato. All'Atalanta va il merito di aver approfittato degli errori degli azzurri con l'incredibile cinismo di Denis, arrivato con la doppietta di oggi a cinque reti contro la squadra che l'ha portato in Italia, e di Moralez, le stelle della squadra di Colantuono.

Quelle di Benitez, Higuain e Hamsik, restano in panchina in avvio, probabilmente in vista della semifinale di Coppa Italia contro la Roma, con il Napoli non combina quasi nulla nel corso del primo tempo. L'Atalanta, di fatto, sta a guardare aspettando l'occasione giusta. Arriva al 2' della ripresa, quando Dzemaili perde palla al limite e Denis trova un destro che passa sotto la pancia di Reina prima di finire in rete. Mertens avrebbe la palla del pari, ma al volo calcia male su assist di Pandev, ispirato da Higuain, appena entrato. Al 20' il 2-0 su "assist" di Inler per Denis, che non perdona. Due minuti dopo Mertens anticipa nettamente Consigli e poi cade in area toccato dal portiere, forse accentuando la caduta: potrebbe essere rigore, di sicuro non c'è la simulazione per cui opta Rizzoli, ammonendo il belga. Al 25' il colpo del ko di Moralez: su una sponda innocua di Denis, Fernandez pasticcia e scivola, lasciando il "Frasquito" a tu per tu con Reina. Gara chiusa, con Benitez che rinuncia anche a inserire Hamsik. Meglio preservarlo per Roma e Milan.

ATALANTA-NAPOLI 3-0

MARCATORI: Denis 2' s.t. e al 20' s.t., Moralez 25' s.t.

ATALANTA: Consigli; Benalouane, Stendardo, Yepes (Lucchini 35' p.t.), Del Grosso; Raimondi, Migliaccio, Baselli (Cigarini 13' s.t.), Bonaventura; Moralez; Denis (Cazzola 41' s.t.). A disp. Sportiello, Frezzolini, Nica, Brienza, Kone, Giorgi, Estigarribia, De Luca. All. Colantuono.

NAPOLI: Reina; Maggio, Fernandez, Albiol, Reveillere (Ghoulam 31' s.t.); Dzemaili (Jorginho 24' s.t.), Inler; Callejon, Pandev, Mertens; Zapata (Higuain 13' s.t.). A disp. Colombo, Rafael, Uvini, Britos, Hamsik, Radosevic, Jorginho, Bariti, Insigne. All. Benitez.

ARBITRO: Rizzoli.

NOTE: ammoniti Reveillere, Mertens (N).

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata