Sei Nazioni: Italia-Scozia 20-36, terzo ko per gli azzurri
Si avvicina, per gli azzurri del rugby, il cucchiaio di legno. Nell'ultima giornata l'Italia farà visita all'Irlanda il prossimo 12 marzo

Cucchiaio di legno sempre più vicino per l'Italia nel Sei Nazioni 2016. Gli azzurri escono sconfitti 36-20 nel confronto contro la Scozia all'Olimpico e restano ultimi in classifica con 0 punti dopo le prime tre partite. Il ct Brunel non riesce a guidare l'Italia al successo nella sua ultima gara interna prima dell'addio a fine stagione. Primo successo, invece, per la Scozia dopo due sconfitte iniziali. Nell'ultima giornata l'Italia farà visita all'Irlanda il prossimo 12 marzo.

 

La sfida numero 27 tra le due compagini sorride dunque alla formazione scozzese che riscatta così la sconfitta interna dello scorso anno. I primi punti dell'incontro arrivano all'8 dal piede di Kelly Haimona per l'italia, che trasforma un calcio di punizione da oltre 40 metri. La Scozia reagisce subito e trova due mete che ribaltano l'incontro al 10' con John Barcley ed al 16' con John Hardie. La prima meta italiana porta la firma al 30' di Leonardo Ghiraldini, che schiaccia in meta l'ovale dopo un'ottima azione della squadra di Jacques Brunel. Secondo tempo al'insegna dei ribaltamenti di fronte con una Scozia più cinica e capace di sfruttare l'eccessiva indisciplina azzurra con una serie di piazzati vincenti di Laidlow. Troppo frenetica e tardiva la reazione italiana che porta alla sola meta trasformata di Fuser. La meta finale di Seymour consegna agli scozzesi un match in cui la maggior lucidità mostrata nei momenti topici della partita risulta alla fine vincente.
 


 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata