Seedorf: Fiorentina squadra forte, va rispettata. Nessuna tensione con Galliani

Roma, 25 mar. (LaPresse) - "Sicuramente il risultato contro la Lazio è stata positivo, la prestazione della squadra è stata di sostanza ed in questo momento è molto importante. Aiuterà per affrontare una grande squadra, una di quelle che gioca meglio in Italia". Lo dice il tecnico del Milan, Clarence Seedorf, in vista della sfida contro la Fiorentina. "Una squadra che ha un modo di giocare che piace a tutti - dice in conferenza stampa - e giocatori che davanti possono fare la differenza, sono aggressivi e compatti, una formazione che va rispettata". L'olandese ha poi chiarito alcune voci sul rapporto con l'ad Galliani. "Tensione fra di me e lui non c'è mai stata. Le influenze esterne possono far credere tante cose ma abbiamo sempre cercato di fare il meglio per il Milan e continueremo - ha ammesso -Io come sto? La mia filosofia di vita mi permette di vivere i momenti di difficoltà con un certo equilibrio - aggiunge - Leggere certe cose ovvio non mi fa piacere perché sono un essere umano ma ho costruito la mia carriera professionale su questi concetti. Io vado a Milanello per fare il meglio, l'impegno ed il lavoro da parte mia non mancheranno mai".

Seedorf non vuole poi sentire parlare di astinenza da parte del suo reparto di attacco: "Nella partita contro la Lazio non abbiamo visto molte occasioni - ha evidenziato - è il frutto di due squadre che non vogliono rischiare più di tanto. Abbiamo concesso poco noi a loro e viceversa. A volte comunque basta anche un gol per vincere. Non è basket. Specie in Italia i risultati ravvicinati sono molto frequenti", dice. Proprio a riguardo di ciò il tecnico milanista fa un paragone con il campionato spagnolo dopo l'ultimo spettacolare 'Clasico': "Sono due modi diversi di affrontare il calcio che hanno a che fare con la cultura", spiega. Allo stesso tempo però l'olandese non sminuisce la Serie A: "E' rispettata in tutto il mondo ed è sempre un punto di riferimento - dice - sappiamo che possiamo migliorare ma non possiamo neanche staccarci dalla realtà. La crisi incide anche in alcune iniziative che con investimenti e stadi nuovi aiuterebbero il nostro calcio. Dobbiamo restare uniti e cercare di tenere questo prodotto interessante per il mondo". Infine una battuta sulla formazione per la sfida alla squadra di Montella ed in particolare sulla difesa. "Rami e Mexes hanno fatto una buona gara, così come Constant. Domani potrebbero giocare ancora loro due in mezzo", spiega. Il dubbio riguarda il terzino destro dove Seedorf confessa di non avere ancora deciso. In chiusura, una battuta su Mario Balotelli. "Io cerco di dare attenzione a tutti essendo trasparente e cercando di capire le esigenze, con Balotelli ho fatto altrettanto. Qualcuno le ha chiamate coccole io la chiamo gestione di un atleta - ha sottolineato l'allenatore del Milan - Quando andiamo in campo sono molto esigente con lui perché ha il potenziale per fare le cose che chiedo - aggiunge - chiaro che lui è un punto di riferimento mediatico ma non ci sono differenze di approccio, la gestione di ognuno è fatta a suo modo".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata