Scozia, referendum sull'indipendenza: i bookie votano "no" a 1,28
Il premier britannico Cameron incontrerà il leader dei nazionalisti scozzesi Alex Salmond per discutere del referendum sull'indipendenza della Scozia. Il primo ministro inglese preme per arrivare alla consultazione elettorale prima possibile, contando sul fatto che i sondaggi danno perdente la causa della secessione. E anche i bookie sono scettici sull'esito del referendum: in lavagna il "no" all'indipendenza si gioca a 1,28 contro il "sì" bancato a 3,25. MSC/Agipro

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata