Sci alpino, Razzoli operato al ginocchio: stagione finita
L'ex campione olimpico di Vancouver rimarrà in osservazione per un paio di giorni e poi comincerà la rieducazione

Giuliano Razzoli è stato operato con successo presso la clinica 'La Madonnina' di Milano dai dottori Herbert Schoenhuber e Andrea Panzeri della Commissione Medica Fisi per la ricostruzione del legamento crociato del ginocchio sinistro infortunato a Kitzbuehel. L'ex campione olimpico di Vancouver rimarrà in osservazione per un paio di giorni e poi comincerà la rieducazione, tornerà alle gare all'inizio della prossima stagione agonistica. Buone notizie invece per Tommaso Sala, la cui visita ha evidenziato solamente un leggero trauma contusivo al ginocchio sinistro, per il lecchese basterà qualche giorno di riposo e tornerà a disposizione.   Nel frattempo è tutto pronto a Schladming per la 'Night Race' di domani, martedì 26 gennaio (prima manche ore 17.45, seconda manche ore 20.45), ottavo slalom della stagione di Coppa del mondo. Attualmente nella località austriaca sta piovviginando e la temperatura si aggira sui 3°, per cui gli organizzatori hanno deciso di annullare la sciata in pista prevista per il pomeriggio per preservare il tracciato, che è stato barrato, anche perchè le previsioni meteorologiche parlano di sole per la giornata di gara. L'Italia schiererà al via Stefano Gross (le cui condizioni fisiche sono in leggero miglioramento dopo lo stiramento all'adduttore rimediato durante un allenamento settimana scorsa), Patrick Thaler, Manfred Moelgg, Riccardo Tonetti, Andrea Ballerin, Fabian Bacher, Giordano Ronci e l'esordiente Federico Liberatore, ventenne poliziotto fassano di Mazzin.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata