Schwazer, Pellegrini: In caso anabolizzanti sono per radiazione a vita
"Non è la Nazionale italiana ad esserne macchiata ma lui che si è macchiato di questa cosa"

"Certi episodi vanno capiti bene, sostanza per sostanza: ci sono casi di negligenza per farmaci da farmacia. Io in caso di anabolizzanti sono per la radiazione a vita, e molti atleti sono d'accordo con me". Federica Pellegrini, parlando a margine della cerimonia di consegna del Tricolore da parte del presidente della Repubblica Sergio Mattarella agli atleti in partenza per le Olimpiadi di Rio, commenta così la notizia secondo cui il marciatore Alex Schwazer sarebbe stato trovato positivo a un controllo antidoping.

"Non è la Nazionale italiana ad esserne macchiata ma lui che si è macchiato di questa cosa", ha aggiunto la nuotatrice.

"Non sono né triste né arrabbiata mi dispiace per lui. Non so che dire, perché non sappiamo se sia vero o no e di che sostanze si stia parlando. Non polemizzo capisco però che molti atleti si risentano di aver un ex dopato tra loro in nazionale, ovviamente ora si cambia opinione", ha concluso.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata