Scherma, Mondiali Catania vetrina per lo sport italiano

Roma, 15 set. (LaPresse) - A tre settimane dal via, il Salone d'Onore del Coni ha ancora una volta accolto la scherma per una delle ultime tappe di avvicinamento ai Campionati del Mondo 'Catania2011'. A presentare l'evento iridato, sono stati il Segretario generale del Coni, Raffaele Pagnozzi, il Vicepresidente della Federazione Internazionale, Ana Pascu, il Presidente della Federscherma, Giorgio Scarso, oltre ad Antonio Belcuore, funzionario delegato della Regione Siciliana, al Presidente del Comitato organizzatore 'Catania2011', Sebastiano Manzoni ed al ViceDirettore RaiSport, Jacopo Volpi. "La scherma è la cassaforte dello sport italiano - ha detto il Segretario generale del Coni Raffaele Pagnozzi - più di una medaglia infatti su cinque arriva da questa disciplina. Per questi Mondiali ci sono grandi attese e delle grandi responsabilità. Siamo al nono posto, come Nazione, nel medagliere di proiezione olimpica, con 31 medaglie. Ci auguriamo che questi Mondiali possano contribuire a scalare posizioni. Catania 2011 è stata fortemente voluta dalla Federazione Italiana Scherma e dalla Regione Siciliana. Siamo grati alla Sicilia per il loro concreto sostegno. Auguro la migliore riuscita sperando di migliorare le nostre prestazioni. L'impegno di Giorgio Scarso, Presidente Fis, sarà sicuramente ripagato".

"Il Mondiale di Catania2011 è l'ennesimo riconoscimento che il mondo della scherma internazionale rivolge all'Italia - ha invece sostenuto il Vicepresidente della Federazione Internazionale, Ana Pascu -. La Federazione italiana ha un ruolo di leader nell'ambito mondiale sia in pedana che fuori. Non è un caso che, dopo 5 anni da Torino2006, un Campionato del Mondo si svolga ancora una volta nel nostro paese. Stavolta ad accoglierci sarà la splendida Catania e riteniamo che sarà un Mondiale straordinario". Il Campionato del Mondo coinvolgerà circa 1.700 atleti, in rappresentanza di oltre 130 Paesi, affiancati dai 200 atleti paralimpici provenienti da 30 Nazioni. Quattordici, al momento, le reti televisive che hanno dato disponibilità a trasmettere l'evento (Tv Asahi Corporation, Giappone - Zweites Deutsches Fernsehen, Germania - Wdr/Ard German Radio, Germania - Ard German Tv, Germania - BBC Tv, Inghilterra - Hungarian Tv e Radio, Ungheria - Kbs, Korea del Sud - NBC Universal, USA - SportTv/Globosat, Brasile - RTV, Slovenia - TVE Sports, Spagna - CCTV Sports, China, Romanian Television, Romania). Ad avere un ruolo primario nell'organizzazione dei Campionati del Mondo è la Regione Siciliana. "Da tempo la Sicilia ha un ottimo rapporto con lo sport - ha spiegato il funzionario delegato della Regione Siciliana, Antonio Belcuore -. L'obiettivo è quello di utilizzare le discipline, quali la scherma ed il golf, come veicolo promozionale per dare alla Sicilia l'immagine giusta. Il progetto 'Sicilia Scherma', avviato nel 2009 con il congresso della Federazione Internazionale, i Campionati italiani di scherma di Siracusa2010, ed i Mondiali stessi, sono esempio concreto degli investimenti della Regione, attraverso fondi pubblici europei. La scherma ci ha aiutato molto nell'aprire la strada che adesso stiamo seguendo con altri sport. mi piace ringraziare anche la politica regionale oltre a naturalmente la Federazione Italiana Scherma".

Investimenti importanti per la Regione Siciliana: 9 milioni di euro, spalmati tra il 2009, anno dell'assegnazione della competizione mondiale ed il 2011, periodo nel quale si sono svolti in Sicilia anche i Campionati Italiani Assoluti. Una ricaduta economica importante, dai dati medi risulta che per ogni euro investito nello sport c'è un ritorno di 2,5/3 euro. Nei giorni del Mondiale, Federalberghi ha stimato un flusso turistico, a Catania e provincia, di 25.000 presenze. Quattromila le persone impegnate nell'organizzazione dell'evento. Presentate anche le 350 medaglie che saranno consegnate ai migliori schermidori del mondo: 180 arricchiranno il palmares degli atleti olimpici - di cui 50 oro, 50 argento e 80 bronzo - e 170 invece quello degli atleti paralimpici: 45 oro, 45 argento, 80 bronzo. Settanta millimetri di diametro con bordo diamantato di 3 millimetri, finiture in oro, argento e bronzo. All'interno viene ripreso il logo di Catania 2011, il disegno della cartina geografica della Regione Siciliana che impugna una spada. Presentato anche il palinsesto di Rai Sport che seguirà l'evento con lunghe dirette giornaliere su RaiSport2 e servizi di approfondimento, interviste agli atleti, oltre a trasmettere in diretta la Cerimonia di apertura dei Mondiali, che si terrà sabato 8 ottobre, nell'incantevole Piazza Università di Catania. "Il Mondiale di scherma a Catania è per noi molto importante - ha sostenuto il Vicedirettore di RaiSport, Jacopo Volpi -. L'evento avrà una telecronaca diretta di tre ore al giorno su Rai Sport 2, canale digitale che sta avendo un ottimo successo al pari di Rai Sport 1. Alla conduzione ci sarà Federico Calcagno coadiuvato nei commenti tecnici da Stefano Pantano. Cercheremo anche spazi nelle tv generaliste e non solo sui canali digitali. Daremo risalto all'evento nei tg sportivi e nelle rubriche racconteremo la storia degli atleti e naturalmente racconteremo la terra dove si svolgono i Campionati, in uno dei posti più belli del mondo, la Sicilia".

"Le attese sono tante come tante sono le responsabilità - è stato l'incipit dell'intervento del Presidente del Comitato organizzatore, Sebastiano Manzoni -. Siamo al rush finale di questo importante appuntamento. Stiamo lavorando 24 ore su 24. Sono sicuro che daremo prova di una grande organizzazione. Ringrazio la Federazione Italiana Scherma e la Federazione Internazionale per il loro sostegno e quanti stanno oggi lavorando per raggiungere l'obiettivo che è quello di dare alla Sicilia l'immagine che merita ed alla scherma un Mondiale indimenticabile". Infine, parola al Presidente della Federazione Italiana Scherma, Giorgio Scarso che ha esordito parlando di un 'Mondiale di tutti'. "Questo è il Mondiale della scherma olimpica e di quella paralimpica. E' il Mondiale di tutto lo sport e di tutti coloro che si impegnano nello sport. E' un appuntamento importante per l'Italia e ringrazio il Coni per gli attestati di vicinanza. Ci assumiamo tutte le responsabilità per lavorare per Londra 2012 - ha detto ancora il Presidente federale -. Un grazie ai gruppi sportivi militari per quello che fanno e faranno per questi Mondiali. Grazie anche alla Rai per un palinsesto così corposo ed alla FIE perché questo campionato l'abbiamo fortemente voluto. Non possiamo poi non ringraziare gli atleti olimpici e paralimpici. Un ringraziamento particolare al Presidente del Senato, Renato Schifani, che sarà presente alla Cerimonia di Inaugurazione, un segno della vicinanza delle Istituzioni. In conclusione, invito tutti, in questi ultimi 20 giorni a lavorare 24 su 24 per dare un segnale all'Italia ed a tutto il Mondo".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata