SCHEDA Mondiali, Italia come trottola: 20mila km solo per prima fase

Dal nostro inviato Antonio Martelli

Recife (Brasile), 19 giug. (LaPresse) - Una autentica trottola: è come si sente l'Italia di Prandelli nel suo vorticoso giro per il Brasile durante la prima fase dei Mondiali. Solo per arrivare in Sud America e disputare le prime tre partite del girone, gli Azzurri percorreranno quasi 20mila km di in aereo. Per la precisione saranno 19556 i km che gli azzurri avranno percorso quando torneranno a Mangaratiba da Natal, dopo la terza partita del girone contro l'Uruguay. Le distanze sono quelle riferite alle rotte aeree. Ma ripercorriamo tutti gli spostamenti di questa prima fase. La Nazionale è partita da Roma lo scorso 6 giugno, per arrivare a Rio de Janeiro dopo 9200 km di volo. Il 13 giugno la partenza per Manaus, distante 2850 km dove il giorno dopo c'è stato l'esordio vincente contro l'Inghilterra. Il 15 mattina viaggio di ritorno alla volta di Rio e altri 2850 km circa. Oggi la comitiva azzurra ha volato in direzione Recife, distante da Rio 1870 km. Domani dopo la partita contro Costa Rica, altro volo in direzione Natal di 286 km. Il 25 giugno, infine, dopo la partita contro l'Uruguay il ritorno a Rio e altri 2500 km da trascorrere in aereo. E ricordiamo che a questi km percorsi in aereo vanno aggiunti i circa 100 che dividono Rio dal ritiro di Mangaratiba e già percorsi più volte. Infine da ricordare anche i circa 200 km tra andata e ritorno in pullman in occasione della amichevole di Volta Redonda contro la Fluminense.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata