Sampdoria, Mihajlovic: Assurdo rinviare derby Genova a 48 ore da inizio

Genova, 2 feb. (LaPresse) - "Pur di vedere Marassi pieno e di vivere le emozioni del derby di Genova avrei giocato anche martedì a mezzanotte. Trovo però assurdo rinviare una partita 48 ore prima di scendere in campo". Sinisa Mihajlovic, allenatore della Sampdoria, non nasconde il suo disappunto per la decisione di far slittare l'atteso derby contro il Genoa a domani sera. "La preparazione è composta da allenamenti specifici, ritiri e in più bisogna mantenere la tensione alta. Se avessimo giocato oggi avrei portato i ragazzi in ritiro, ma con il rinvio ho preferito non farlo", ha spiegato il tecnico blucerchiato in conferenza stampa. "I calciatori cosa avrebbero preferito? A loro basta giocare". In ogni caso, Mihajlovic si è dichiarato pronto ad affrontare il delicatissimo match: "A me non fa paura il Genoa e non temo neppure i loro fischi. Una volta Boniperti disse che vincere non è importante ma è l'unica cosa che conta. Ecco, domani sarà diverso ma io sono d'accordo con lui. Credo comunque che i tifosi della Sampdoria abbiano già vinto in partenza, scegliendo quali colori tifare".

"La squadra sta bene, abbiamo la rosa al completo", ha chiarito l'allenatore della Sampdoria che non esclude un impiego di Maxi Lopez. "Potrebbe essere la novità nella formazione, ma non è detto che giocherà. Abbiamo tutti a disposizione, quindi cercheremo di schierare la formazione migliore". Inevitabile fare un cenno al mercato appena concluso: "Così come altri aspetti dell'economia, anche il calciomercato è in crisi e si è sviluppato principalmente su scambi e prestiti. Abbiamo scelto di puntare su giocatori che devono ritrovare smalto, come López, ad esempio, che con me a Catania ha fatto sei mesi ottimi. C'è un patto con lui, Okaka e Sestu - ha svelato - loro devono aiutare noi e noi ci impegneremo per farli rendere al meglio". Tornando al match di domani, Mihajlovic ha elogiato gli avversari: "Il Genoa è favorito. Le squadre di Gasperini giocano bene, sono organizzate e abbastanza offensive. Hanno giocatori importanti come Gilardino. Poi tutti hanno punti forti e punti deboli".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata