Rugby, Sei Nazioni: Italia perde ancora, Inghilterra dilaga 47-17 a Twickenham

Londra (Regno Unito), 14 feb. (LaPresse) - Secondo ko per l'Italia al 6 Nazioni di rugby. Gli azzurri sono stati sconfitti 47-17 dall'Inghilterra nel match giocato a Twickenham e valido per la seconda giornata del torneo. Il primo tempo si era concluso 15-5 per i padroni di casa. Prossimo impegno per gli azzurri, il match in casa della Scozia il 28 febbraio. Azzurri in meta con Parisse e Morisi (2), con trasformazione di Allan. Per l'Inghilterra mete di Vunipola, Joseph (2), Youngs, Cipriani ed Easter, oltre a tre piazzati di Ford, anche autore di tre trasformazioni. Una trasformazione anche per Cipriani.

Tre mete a Twickenham - mai l'Italia in passato era riuscita a tanto - non sono sufficienti agli azzurri di Jacques Brunel per interrompere la striscia negativa contro il XV della Rosa. Parisse e compagni restano aggrappati all'incontro per circa un'ora, dopo una partenza confortante illuminata proprio dalla meta del capitano e numero otto,ma nell'ultimo quarto di gara concedono tre mete che rendono il parziale così pesante da rischiare di annebbiare anche quanto di positivo messo in mostra. Nonostante le sei mete subite la difesa azzurra conferma quanto di buono fatto vedere la settimana scorsa all'Olimpico contro l'Irlanda. A dare la svolta al match dopo che, al 9' della ripresa, la prima marcatura di Morini aveva fatto sperare in una possibile rimonta, il colpo di genio di Youngs: penalità contro il pack azzurro sui propri cinque, il mediano di mischia inglese si nasconde dietro un compagno e gioca veloce, sorprendendo le guardie italiane. Meta in mezzo ai pali, trasformazione di Ford e doppio break per il XV di casa: 25-10.

E' l'inizio di un quarto d'ora di affanno per l'Italia, che prima concede un semplice piazzato a Ford (28-10), poi tre mete nel giro di sette minuti: Joseph, già a segno nel primo tempo, Cipriani appena entrato per Ford, il veterano Easter: 47-10 prima che Morisi, all'ultimo respiro, su spunto di Sarto e penetrazione dell'esordiente Bisegni, inventi la meta che rende solo meno amara la sconfitta che lascia gli azzurri al fondo della classifica.


PARISSE - "Quando si perde 47-17 è difficile far comprendere all'esterno come vi siano comunque delle positività, ma la realtà è che non è da tutti segnare tre mete a Twickenham, soprattutto se queste tre mete sono frutto del lavoro di tutta la squadra, non situazioni estemporanee come intercetti". Così Sergio Parisse, capitano della Nazionale italiana di rugby, commenta la sconfitta in casa dell'Inghilterra nella seconda giornata del 6 Nazioni. "Come capitano - aggiunge - sono orgoglioso di quello che abbia provato a fare oggi, anche se chiaramente non possiamo essere contenti del risultato finale. Ma chi capisce di rugby, oggi, ha visto i progressi della squadra. Complimenti agli inglesi, una grande squadra, specialmente nella linea arretrata che ci ha creato più di un grattacapo. Abbiamo provato ad imporre qualcosa, a tratti ci siamo riusciti, non è stato abbastanza".


Inghilterra - Italia 47-17


Marcatori: p.t. 4' m. Parisse (0-5); 20' cp. Ford (3-5); 24'm. Vunipola (8-5); 27' m. Joseph tr. Ford (15-5); s.t. 5' cp. Ford (18-5); 9' m. Morisi (18-10); 15' m. Youngs tr. Ford (25-10); 18' cp. Ford (28-10); 21' m. Joseph tr. Ford (35-10); 23' m. Cipriani tr. Cipriani (42-10); 28' m. Easter (47-10); 38' m. Morisi tr. Allan (47-17).

Inghilterra: Brown (13' pt. Twelvetrees); Watson, Joseph, Burrell, May; Ford (22' st. Cipriani), Youngs B. (26' st. Wigglesworth); Vunipola B., Robshaw (cap), Haskell (22' st. Croft); Kruis, Attwood (11' st. Attwood); Cole (18' st. Brookes), Hartley (18' st. Youngs T.), Marler (18' st. Vunipola M.). All. Lancaster.

Italia: McLean; Sarto (30' st. Bisegni), Morisi, Masi, Venditti; Haimona (30' st. Allan), Gori (30' st. Palazzani); Parisse (cap), Bergamasco Ma. (17' st. Vunisa), Minto (28'-38' pt. Vunisa); Bortolami (5' st. Furno), Biagi; Castrogiovanni (18' st. Chistolini), Ghiraldini (18' st. Manici), De Marchi Al. (22' st. Aguero). All. Brunel.

Arbitro: Lacey (Irlanda).

Calciatori: Haimona (Italia) 0/4; Ford (Inghilterra) 4/5; Cipriani (Inghilterra) 1/2.

RBS 6 Nations Man of the Match: Joseph (Inghilterra).

Note: 82.061 spettatori.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata