Rudi Garcia fa sognare la Roma: Sono ambizioso e voglio vincere. Ljajic e Benatia restano

Boston (Massachusetts, Usa), 22 lug. (LaPresse) - "L'anno scorso l'ho detto appena arrivato: sono ambizioso, voglio vincere. Non cambio il messaggio dopo la scorsa stagione". Lo ha detto Rudi Garcia, allenatore della Roma, nel corso della prima conferenza stampa a Boston. I giallorossi sono arrivati negli Sates per una serie di amichevoli di grande prestigio. Il tecnico giallorosso frena gli entusiasmi dopo la prima fase del mercato. "I miei calciatori stanno bene sul piano fisico e su quello mentale: sono contenti di essere di nuovo insieme", ha esordito. "L'obiettivo principale è essere pronti per l'inizio del campionato: lavoreremo duro per questo. Siamo un grande Club e dobbiamo giocare queste partite importanti in tournée", ha aggiunto il tecnico francese. Garcia ha le idee chiare sugli obiettivi a lunga scadenza: "Dobbiamo puntare a giocare la Champions ogni anno e per questo bisogna fare un grande campionato".

Un Garcia che ha ritrovato un gruppo carico dopo l'ultima ottima stagione: "Il gruppo ogni mattina viene all'allenamento con piacere. Abbiamo nuovi calciatori: c'è un mix tra esperienza e gioventù". Inevitabile parlare di mercato, a partire dalle voci su una possibile cessione di Adem Ljajic. "Il primo obiettivo era tenere i giocatori più forti della scorsa stagione e Adem è uno di questi - ha detto il tecnico - si allena bene con i compagni ed è sempre sorridente: in campo sa prendersi le sue responsabilità". Poi la soddisfazione per l'arrivo di Manuel Iturbe dal Verona soffiato alla Juve: "Avevamo bisogno di un attaccante veloce che giocasse in profondità e Iturbe ha tutte queste qualità. Non mettiamo però troppa pressione, serve pazienza e deve integrarsi con il gioco della Roma". Infine sulla prima amichevole americana contro il Liverpool a Boston: "Contro il Liverpool farò giocare chi starà meglio sul piano fisico: sarà un bel test per noi".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata