Ronaldo con il Real fino al 2018, scintille con Mourinho: Non sputo in piatto dove mangio

Los Angeles (California, Usa), 5 ago. (LaPresse) - "Ci sono delle cose nella vita che non meritano commenti e questa è una di quelle. Non sputo nel piatto dove ho mangiato". Così Cristiano Ronaldo risponde alla 'frecciata' lanciata dal suo ex tecnico José Mourinho in un'intervista nei giorni scorsi, dove il tecnico portoghese ha messo in chiaro di aver allenato, in carriera, il 'vero' Ronaldo, ma quello brasiliano. Il Real Madrid affronterà nell'ultimo atto della Guinness Cup proprio il Chelsea guidato dallo 'Special One' ma CR7 non intende parlare di rivincite: "Ora affrontiamo il Chelsea, non il suo allenatore. Vogliamo vincere per iniziare la stagione nel miglior modo possibile", taglia corto Ronaldo che spende belle parole per l'attuale allenatore dei Blancos, Ancelotti.

"Siamo molto felici, gli allenamenti sono buoni. Stiamo lavorando per iniziare la stagione nel migliore dei modi, Carlo è molto affettuoso e ci stimola", spiega il campione lusitano. Riguardo lo spinoso problema del rinnovo del contratto, il portoghese non si sbilancia in previsioni: "Non abbiamo ancora risolto questa situazione e non ne parlo, perché non è il momento giusto". Inevitabile un commento sul possibile nuovo arrivo nelle file del Real, il gallese Gareth Bale per il quale i madrileni potrebbero spendere fino a 120 milioni. "La questione dei nuovi giocatori non mi compete", chiarisce Ronaldo. Io sono molto contento dei compagni di squadra. Per parlare delle cifre, ci sono l'allenatore e il presidente. Io ho una mia opinione ma non la esprimo davanti alle telecamere".

MAXI RINNOVO. Cristiano Ronaldo e Real Madrid insieme al 2018. Si chiude così il tormentone legato al rinnovo di contratto del fuoriclasse portoghese con i Blancos: secondo il quotidiano spagnolo 'Marca', l'accordo è stato raggiunto un mese fa, dopo che le due parti hanno affrontato l'ostacolo principale della trattativa, i diritti di immagine di CR7. Ronaldo diventerà il giocatore più pagato del calcio spagnolo, con l'invidibile stipendio di 17 milioni di euro netti per ognuna delle prossime cinque stagioni. Uno in più dei 16 attuali (13 fissi, più i bonus) che percepisce l'altra stella della Liga, Leo Messi, al Barcellona. L'intenzione del Real, svela 'Marca', è quella di annunciare ufficialmente il rinnovo di Ronaldo prima dell'inizio del campionato, al via il 17 agosto.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata