Ronaldo: Ancelotti mi manca, spero di tornare a lavorare con lui

Madrid (Spagna), 11 dic. (LaPresse) - Nostalgia di Carlo Ancelotti. E' quella che prova l'attaccante del Real Madrid Cristiano Ronaldo. Il fuoriclasse portoghese ha rivelato come gli piacerebbe poter essere ancora allenato, in carriera, dal tecnico di Reggiolo, esonerato dai Blancos alla fine della scorsa stagione per lasciare spazio a Rafa Benitez. Il portoghese si è confessato in un'intervista a Espn rievocando la gestione Ancelotti. "E' stato una sorpresa incredibile. All'inizio ho pensato che fosse più una persona dura, arrogante. Invece è stato il contrario", ha spiegato. "Posso dire che è come un grande orso. Una persona carina, così sensibile. Ha parlato con noi ogni giorno. Non solo con me, ma con tutti i giocatori. Ci siamo divertiti".

Ancelotti "è una persona incredibile. Vorrei che ogni giocatore potesse avere l'opportunità di lavorare con lui perché - ha aggiunto Ronaldo - è una persona fantastica, un fantastico allenatore e mi manca molto, perché abbiamo vinto molti trofei insieme. Mi auguro di lavorare con lui un giorno di nuovo. Ma ora sto bene. Ho un nuovo allenatore e sono molto felice, ma è bello avere dei bei ricordi". CR7 ha comunque chiarito di trovarsi bene con Benitez: "Sono tranquillo perché la maggior parte del tempo gioco nella mia posizione. Mi sento a mio agio e sto bene". Quindi il portoghese ha parlato dei precedenti allenatori avuti: "Ognuno di noi ha diversi stili e opinioni diverse. Sono persone diverse. Così mi basta scegliere le cose migliori di loro. Io sono il giocatore che sono oggi perché ovviamente gli allenatori mi hanno aiutato molto".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata