Roma ricorre ad Alta Corte Coni contro chiusura distinti. Totti migliora, distorsione per Florenzi

Roma, 24 feb. (LaPresse) - E' stato depositato oggi, presso la Segreteria dell'Alta Corte di Giustizia Sportiva, un nuovo ricorso ddella Roma contro la Figc per "la sospensione dell'esecuzione, l'annullamento e comunque la riforma/revisione del C.U. n. 215/CGF del 21.02.2014, nonché del C.U. n. 130 LNP del 18.02.2014, con cui il Giudice Sportivo ha comminato alla società ricorrente l'ammenda di 80.000 euro e l'obbligo di disputare una gara con il settore 'Distinti Sud' privo di spettatori (ex art. 18, lett. e), GCS)". Il ricorso è corredato da istanza cautelare d'urgenza e da istanza di riunione del "presente procedimento a quello iscritto al R.G. ricorsi n.6/2014, la cui udienza di discussione è fissata per domani, 25 febbraio 2014, a partire dalle ore 9.00".

La Roma chiede all'Alta Corte, "in riforma integrale della decisione della CGF resa con C.U. 215/CGF del 21.02.2014 e, quindi, del C.U. 130 del 06.02.2014: in via preliminare, di sospendere inaudita altera parte in via d'urgenza, ovvero nel contraddittorio e previa fissazione di un'udienza ad hoc, l'esecuzione del suddetto C.U. n. 130 del 18.02.2014; in via principale di sospendere e comunque di annullare il C.U. impugnato, ovvero, in via subordinata, comunque di ridurre ad equità le sanzioni ivi comminate; in ogni caso, di disporre un supplemento di istruttoria con i collaboratori della procura federale, sempre previa sospensione delle sanzioni impugnate".

Il capitano Francesco Totti, intanto, è stato sottoposto in giornata ad accertamenti diagnostici che hanno evidenziato un'ulteriore riduzione degli esiti del trauma contusivo subito. Nei prossimi giorni il numero 10 giallorosso inizierà il programma di recupero con esercizi sul campo. Sempre nella giornata di oggi Alessandro Florenzi è stato invece sottoposto ad esami strumentali che hanno confermato il trauma distorsivo alla caviglia destra: il giocatore ha già intrapreso le cure del caso.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata