Roma, portavoce sceicco Al Qaddumi: Non ha intenzione di mollare

Roma, 26 feb. (LaPresse) - "Il signor Adnan non ha mai diffuso la notizia del suo interessamento nell'acquisto della Roma è stata la società che, spinta dalla Consob, ha diffuso un comunicato dove affermava di aver firmato un accordo preliminare di accordo al fine di cedere una quota della società controllante". Inizia così un lungo intervento ai microfoni di Radio Mana Mana Sport di Gigi Moncalvo, ex direttore del giornale 'La Padania' e portavoce dello sceicco Adnan Adel Aref Al Qaddumi al Shtewi. Il giornalista precisa comunque che: "il signor Adnan vuole andare avanti perché se si toglie dalla trattativa sembra proprio che non abbia i soldi e che il fango gettato su di lui sia vero". Moncalvo precisa anche che la trattativa prosegue da tempo: "Si pensava di fare la conferenza stampa già il 21 gennaio - rivela - ma in quel momento era in corso il mercato invernale e si parlava delle cessioni di Osvaldo e Stekelnburg e gli avrebbe puntato subito il fucile contro".

Secondo il portavoce "il signor Adnan ha incontrato più volte Pallotta". Zittite anche le voci sul fatto che si tratti di un bluff: "Se la Roma ha firmato un preliminare con questo signore avra assunto o no le informazioni? Nel caso contrario in che mani è la Roma?". Riguardo a quelli che sarebbero gli impieghi di Adnan in società Moncalvo spiega che: "nel premilinare di accordo è prevista anche quale sarà la presenza di componenti nel cda del nuovo socio ed uno avrà la carica di vicepresidente". Infine una battuta sui rapporti fra la cordata americana ed Unicredit: "L'intervista di Fiorentino di Unicredit dimostra che i due azionisti non si parlano - conclude - ed ognuno per conto suo vuole dismettere una parte del rispettivo pacchetto azionario. In tutto questo chi pensa al bene della Roma?".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata