Roma, Garcia: Voltare pagina dopo delusione Champions, Genoa avversario insidioso

Roma, 13 dic. (LaPresse) - "Eravamo tutti delusi dopo la partita di mercoledì a ho detto alla squadra di voltare pagina. Abbiamo una gara difficile con il Genoa, terzo in classifica. E' una squadra che ha un gioco diretto, molto duro e difficile da affrontare. Dobbiamo mettere tutte le energie su questa gara e non pensare ad altro". Lo ha detto Rudi Garcia nella conferenza stampa alla vigilia della trasferta in casa del Genoa in campionato. "Il Genoa è una delle squadre più in forma del campionato, è un bel test", ha aggiunto il tecnico francese.

Non è mancata l'ennesima polemica a distanza con la Juve. "Roma sempre sconfitta con le big? Sì, ma la Juve la togliamo. Il Napoli è una squadra forte come il Manchester City. Non c'è vergogna di perdere contro queste due squadre", ha detto Garcia nella con l'ennesimo riferimento polemico alla sconfitta dei giallorossi contro la Juve in campionato.

L'insidia è non recuperare in tempo per una partita così insidiosa, ma Garcia è fiducioso: "Non ho visto una Roma stanca con il City, ho visto una squadra che in un'ora ha provato opportunità per qualificarsi. Dopo lo 0-1 abbiamo provato a pareggiare, abbiamo avuto due chance importanti con Ljajic e Manolas. Dopo il palo magari i ragazzi si sono detti che non era la loro serata, ma sul piano fisico non sono stanchi". Garcia ha quindi confermato che sono pienamente recuperati Manolas e Maicon: "Si, a parte gli infortunati tutti sono a disposizione".

Un Garcia che torna sulla delusione europea e sulle prospettive in Europa League: "Non è il momento per parlare di Europa League. L'ho già detto, giocheremo le tre competizioni al massimo anche sapendo che per il sorteggio non saremo teste di serie. Dobbiamo fare bene in Europa per il futuro della Roma". "Io sono sempre ambizioso, voglio vincere tutte le partite, poi in Champions non ci sono piccole squadre. Per andare lontano servono tante cose: serve fiducia nei ragazzi e questo è il mio atteggiamento, sono contento della mia rosa. Serviva un sorteggio più favorevole, un po' di fortuna per vincere alcune partite. Non è il momento di pensare all'Europa, stiamo facendo un grande campionato e vogliamo continuare a farlo e questo passa da una grande gara domenica. Conta solo essere concentrati su questa partita".

Sui possibili finforzi dal mercato: "No ho bisogno di aspettare Pallotta a Trigoria per parlare con lui di mercato. Il presidente è ambizioso, come i giocatori, l' allenatore e tutta la società. Parlo ogni giorno con Walter (il ds Sabatini, ndr) e sappiamo che l'obiettivo di tutto è quello di migliorare ogni anno ed essere sempre più forti. Da quuando sono arrivato è così, lavoriamo tutti insieme in sintonia e andiam avanti così".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata