Roma, Garcia: Sono due punti persi ma c'era un mani clamoroso

Roma, 20 dic. (LaPresse) - "Sono due punti persi, ovviamente. Ma anche se abbiamo avuto le occasioni per segnare, forse abbiamo inquadrato un po' troppo poco stasera e abbiamo mancato di un po' di creatività con l'assenza di Pjanic. Anche se bisogna dire che c'era anche una mano clamorosa su un calcio d'angolo per noi. Era possibile fare meglio, abbiamo trovato un Milan ultra difensivo, che ha difeso bene. Non mi sono lamentato di niente, sottolineo solo un fatto di gioco, che può succedere". Il tecnico della Roma Rudi Garcia ha commentato così il pareggio ottenuto in casa con il Milan tornando anche sull'episodio del primo tempo con il mani di De Jong in area di rigore. "Per tutte le squadre questa sosta è sempre benvenuta, i giocatori non sono delle macchine che possono giocare 10 mesi su 10 senza avere almeno una settimana solo per riposare fisicamente, ma soprattutto mentalmente - ha proseguito ai microfoni di Sky Sport - Mi auguro che questa cosa rimanga a lungo perché, per esempio in Inghilterra, non c'è questa sosta e sarebbe interessante vedere se nella seconda parte della stagione in questo campionato ci sono più infortunati che in Italia".

L'allenatore francese ha confermato poi che rifarebbe a posteriori la scelta di inserire Florenzi dal 1' al posto di Ljajic. "Quando faccio una scelta, nel momento in cui la faccio la faccio al 100% e con i miei parametri, d'accordo con me stesso - ha evidenziato Garcia, che non ha parlato dell'episodio di Genova - Io parlo della partita , parlo di calcio, non parlo di cose extra calcio". In chiusura, un augurio per il 2015. "Siamo ancora in corsa in tre competizioni, le giocheremo tutte per vincere", ha concluso.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata