Roma, Garcia: Qui per vincere, ma pronto a farmi da parte se capirò di essere inutile

Roma, 18 mar. (LaPresse) - "Mi sono innamorato di questa squadra, il giorno in cui sentirò di non essere più utile per ottenere vittorie, risultati, trofei, perché sono venuto qui per questo, il secondo dopo mi farò da parte". Il tecnico della Roma Rudi Garcia in conferenza stampa alla vigilia del ritorno degli ottavi di finale di Europa League con la Fiorentina ha ribadito il concetto di esser venuto nella capitale per vincere. "Finché però i giocatori mi seguiranno e le mie parole saranno ascoltate, io devo assecondare il mio sogno di vincere qui - ha proseguito l'allenatore francese - Voglio vincere qui dopo aver sognato di farlo. Con questa squadra, in questa piazza che è forse la più difficile nel mondo". Sul futuro Garcia ha spiegato che "i conti li facciamo ogni anno, li faremo a fine stagione, come al solito".

"Sono sempre misurato, sono tranquillo e sereno. Come ha detto Seydou (Doumbia, ndr) dopo la pioggia arriva il sole. Il sole dobbiamo farlo salire noi, non ci sono altre persone", ha proseguito Garcia parlando del momento difficile che sta attraversando la sua squadra, reduce dalla sconfitta interna con la Sampdoria. "Lasciate i giocatori tranquilli, danno tutto sul campo, mi prendo io tutta la colpa - ha proseguito l'allenatore francese - Faremo i conti a fine stagione, sembra che lottiamo per la salvezza e che siamo già fuori da tutto. Abbiamo voglia di vincere, di superare il turno e andare ai quarti di finale di Europa League".

A chi gli evidenzia come sia mancato l'apporto in termini di gol di due attaccanti come Gervinho e Iturbe, Garcia ha evidenziato che "se parliamo del campionato loro devono segnare di più e hanno qualità e talento per farlo, poi ci sono altri giocatori importanti in attacco, non solo loro due - ha ribadito - Gervinho è lo stesso giocatore che faceva alzare in piedi tutto l'Olimpico quando faceva vincere la Roma- Deve ritrovare il suo livello in campionato, le due partite con il Feyenoord non sono dell'anno scorso. Iturbe? Un giocatore come lui se non è al 100% non può esprimere le sue qualità. Ho totale fiducia in questi due calciatori così come in tutti gli altri".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata