Roma, Garcia: Pareggio che porta rimpianti, ma nulla è perso

Roma, 25 nov. (LaPresse) - "Per come è arrivato è un pareggio che ci porta tanti rimpianti, altrimenti un pari fuori casa non è mai un male". E' rammaricato il tecnico della Roma Rudi Garcia al termine della gara pareggiata all'ultimo minuto dal Cska Mosca (1-1) nel quinto turno della fase a gironi di Champions League. "Quando non facciamo il secondo gol è possibile subirlo, bisogna chiudere la partita - ha proseguito l'allenatore francese ai microfoni di Sky Sport - Peccato perché mancava poco, 15 secondi, e forse eravamo già più avanti in questo girone. Ora qualsiasi cosa succeda a Manchester dovremo vincere l'ultima per superare il girone, abbiamo ancora il destino nelle nostre mani che è l'obiettivo principale. Peccato perchè a parte l'uscita di De Sanctis su Doumbia non ricordo di aver mai visto il Cska pericoloso".

Garcia ha poi elogiato gli avversari. "Sono stati bravi nel secondo tempo a spingere, non era un atteggiamento tattico previsto all'intervallo - ha sottolineato in merito alla gara più difensiva giocata nella ripresa - Abbiamo sofferto ma siamo stati veramente compatti. Volevamo mantenere la linea difensiva alta ma sappiamo che questa squadra ha giocatori forti, il risultato dell'andata non ci ha fatto pensare che sarebbe stato tutto facile questa sera. Sono deluso per il modo in cui abbiamo pareggiato, ma niente è perso. Abbiamo ancora un'opportunità veramente fantastica. Potrebbe forse bastare lo 0-0? Sì ma forse è meglio se bisogna solo vincere, così sapremo cosa fare", ha concluso l'allenatore della Roma.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata