Roma, Garcia: Non andiamo al mattatoio, ma a Napoli per vincere

Roma, 12 dic. (LaPresse) - "Domani mi sembra che saranno in campo la peggiore squadra di Italia contro la migliore. Non leggo i giornali, ma è quello che mi è arrivato". Così un polemico Rudi Garcia, allenatore della Roma, nel corso della conferenza stampa alla vigilia della partita contro il Napoli al San Paolo. "Arrivare a una partita così con la qualificazione in Champions è molto importante. I ragazzi dovranno dare tutto nelle ultime tre gare da qui alla fine dell'anno. Non andiamo al mattatoio come vittime designate, ma per fare un risultato utile", aggiunge il tecnico francese.

"Salah sta bene, ha giocato bene col BATE. Domani a Napoli potrebbe iniziare o entrare dopo. Anche per Gervinho abbiamo fatto un test, col BATE non lo abbiamo rischiato ma anche se non avrà i 90' nelle gambe può giocare". Così Garcia sempre nel corso della conferenza stampa alla vigilia della partita contro il Napoli al San Paolo.

A proposito del big match del San Paolo, Garcia ribadisce: "Chi vince domani non vince lo scudetto e chi perde non è fuori dalla lotta per i primi posti, noi pensiamo solo a fare un risultato positivo contro una squadra di grande qualità". Occhi puntati nel Napoli ovviamente su Gonzalo Higuain. "Ha sempre fatto bene da quando è in Italia, ma hanno anche altri campioni. Sarri è un buon allenatore, hanno un gioco pericoloso perchè fanno tanti gol. Giocano molto in verticale", spiega Garcia. Dall'altra parte, invece, un Dzeko non al massimo della condizione. "Edin deve ancora ambientarsi, ariva da un altro calcio ed è normale. Ogni bomber quando segna di meno vive questi momenti, è capitato a tutti. Ma Dzeko non deve avere l'ossessione per il gol, prchè fino a quando lavora per la squadra poi i gol arriveranno da soli", dice Garcia.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata