Roma, Castan rassicura tifosi: Non ho cancro, torno presto. Juve? Volevo spaccare tv

Roma, 30 ott. (LaPresse) - "Sto bene, grazie a Dio tutto a posto. Non vedo l'ora di tornare a giocare, mi manca tanto. L'importante è che sto bene, sono felice. Fra poco torno con i compagni". Lo ha detto Leandro Castan, difensore della Roma, nel corso di una intervista all'emittente ufficiale del club. "E' stato un periodo lungo, difficile, con molti problemi tutti insieme. Prima tre infortuni alla gamba, poi un'infiammazione alla testa. Poi un virus allo stomaco che è stata la cosa peggiore: sono stato male cinque giorni senza mangiare e perdendo tanti chili. Ora sto bene, nulla di brutto come le voci che circolavano", ha aggiunto il centrale brasiliamo come riportato dal sito Laroma24.it. "Sono triste per questo, qualcuno non sa forse che ho famiglia, bimbe, e qualcuno può sentire queste voci. Posso dire a tutti che non ho un tumore - ha detto il centrale a Roma Tv - non ho un cancro. Sto qui, sto bene, vi chiedo un po' di rispetto perché non sono solo un giocatore, ma ho anche famiglia. Se qualcuno vuole informazioni più vere deve trovare la verità. Sono contento comunque, ho voglia di tornare: sono pronto per farlo, la voglia di giocare con la maglia della Roma è grande, ora doppia. Questa cosa mi è rimasta e non vedo l'ora di tornare".

Sulla data del possibile rientro, Castan ha detto: "Speriamo sia entro il 22 novembre. Io avrei voglia di tornare già con il Napoli (ride, ndc)à Ho lasciato tutte le decisioni ai dottori, mi fido di loro. Quando mi diranno di spingere, nessuno mi fermerà più. Il messaggio che mando ai tifosi è che sto bene, tornerò alla grande più forte di prima. Manca poco". Nel frattempo la Roma anche senza di lui ha raggiunto la Juve al comando della classifica: "Vedo bene la squadra, stanno facendo benissimo e ne sono contento. Sapevo che avremmo fatto bene, già dall'anno scorso era così. Sono arrivati giocatori importanti, ancora più forti della scorsa stagione. Ora la strada è lunga, siamo sul cammino giusto e dobbiamo continuare così perché manca tanto ancora. La voglia non manca, sono sicuro che l'obiettivo sarà per noi quello di fare felici i tifosi". Rudi Garcia lo ha ha definito un 'guerriero': "A volte è difficile perché a volte non dipende da me, devo aspettare per via dei tanti problemi. Ma come dicevo, questo mi sta dando più forza, il mister mi ha detto che sono un guerriero: da dove sono nato in Brasile, in una città piccola, a dove sono arrivato qui a Roma, allora posso davvero dirlo che sono un guerriero. Ho superato questa nuova sfida, il peggio è passato, e sono vicino al rientro".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata