Roma, Baldissoni: Preziosi si è lasciato andare, no aiuti. Possiamo vincere scudetto

Roma, 15 dic. (LaPresse) - "Le parole di Preziosi? A volta la frustrazione per una gara persa porta a delle frasi poco ponderate. Dobbiamo ricordarci sempre le responsabilità che abbiamo quando facciamo certe dichiarazioni. Preziosi credo si sia lasciato andare all'emozione ma voglio chiudere qui la polemica". Così Mauro Baldissoni, dg della Roma, a proposito delle parole del presidente del Genoa Preziosi dopo la gara di ieri con riferimenti all'inchiesta su 'Mafia Capitale.

Intervenuto a Radio Anch'Io Sport su RadioUno, Baldissoni ha quindi replicato ai tifosi del Genoa che hanno parlato di Roma aiutata ieri dall'arbitro Banti: "A tutti direi di riguardare sempre le partite con calma il giorno dopo con un occhio più sereno e oggettivo. Ai tifosi del Genoa dico che danni presunti non ci sono, lo stesso vale per il Sassuolo quando le valutazioni sul gol del pareggio e sul rigore furno a mio avviso corretto". "E' sciocco pensare che vogliono regalarci dei punti, gli arbitri fanno un lavoro difficile e devono essere indipendenti. Questo vuol dire non solo nel loro stato mentale ma anche non subendo pressioni inutili. Ieri a Genova c'era un clima difficile per gli arbitri", ha concluso Baldissoni.

"A noi interessa essere competitivi e poter vincere. Potenzialmente possiamo vincere lo scudetto, poi se ci riusciremo dipende da tanti altri fattori. A oggi se togliamo lo scontro diretto, la Roma ha fatto pià punti della Juve", ha detto ancora Baldissoni. Il dirigente giallorosso è poi tornato sull'eliminazione dalla Champions e sulle ricadute economiche: "Certamente l'uscita dalla Champions pesa, ma c'è da dire che nel nostro budget non avevamo calcolato il passaggio del turno e avevamo previsto di arrivare terzi nel girone. Certo avremmo preferito avere ricavi inattesi ma partendo dalla quarta urna era un compito difficile". Uscita dalla Champions che comunque non influirà sul mercato: "I conti non vanno messi a posto, non ci sono necessità di questo tipo. Le valutazioni sul mercato riguardano tecnica e competitività, la nostra prima ambizione è vincere le partite perchè questo consente di accedere a ricavi maggiori".

"Nainggolan? Non posso dire il valore perchè dobbiamo riscattare ancora la seconda metà dal Cagliari, ma è ormai un giocatore di livello internazionale. Ha qualità di dinamismo e grinta, giocare nella Roma ha contribuito a una sua ulteriore crescità. Siamo ben contenti di averlo scelto", ha detto poi Baldissoni. "Su Strootman si è espresso più volte Pallotta, che si arrabbia quotidianamente per le voci dall'Inghilterra sulla possibilità di cederlo al Manchester. La nostra politica è di investire su giocatori giovani con margine di crescita. Strootman è giovane e con un contratto lungo, su giocatori come lui vogliamo costruire il nostro futuro", ha aggiunto il dg giallorosso che su Iturbe ha detto: "E' un grande calciatore, ha solo 21 anni e l'anno scorso era al suo primo campionato in Italia".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata