Roland Garros: Errani si arrende ai quarti, Petkovic domina e vola in semifinale

Parigi (Francia), 4 giu. (LaPresse) - Termina ai quarti di finale l'avventura di Sara Errani al Roland Garros, il secondo Slam stagionale che si disputa a Parigi su campi in terra battuta. L'azzurra, al terzo quarto di finale consecutivo, è stata battuta dalla tedesca Andrea Petkovic, numero 27 del ranking Wta, in due set con il punteggio di 6-2, 6-2 in un'ora e 5 minuti di gioco. Finora i precedenti tra le due, entrambi sulla terra rossa di Madrid, sono sull'1-1: vittoria della Petkovic nel 2010, successo della 27enne romagnola qualche settimana fa. Una giornata storta, cominciata male e finita peggio per l'azzurra. Prima le quasi tre ore di ritardo a causa della pioggia. Poi il vento, il campo pesante che rallenta la palla della giocatrice romagnola mentre non dà troppo fastidio alla tedesca, più potente. La Errani comincia bene strappando la battuta alla Petkovic nel primo gioco e poi sfruttando il proprio servizio per salire 2-0. Nemmeno il tempo di gioire che la tedesca ingrana la quinta: registra i colpi ed infila un parziale di sei giochi di fila, brekkando l'azzurra al quarto, al sesto ed all'ottavo gioco per un 6-2 in appena 27 minuti.

Sara sembra stanca, spenta, incapace di reagire. Però in avvio di secondo set ci prova. Suo il break in avvio di seconda frazione ma, immediato, arriva il contro break della tedesca. Errani strappa ancora la battuta all'avversaria (2-1), nel quarto gioco fallisce due opportunità di allungare 3-1 ed invece perde ancora la battuta ( 2-2). La tedesca ricomincia a martellare ed allunga sul 4-2 con l'ennesimo break al sesto gioco. Esce il sole ma il campo resta pesante. Sara prova ancora a reagire nel settimo gioco dove la Petkovic annulla due palle break prima di approfittare dei troppi errori dell'azzurra e salire 5-2. I giochi consecutivi per la tedesca diventano quattro quando, dopo aver fallito la palla del 3-5, Sara si arrende al primo match point. In semifinale la tennista tedesca affronterà la romena Simona Halep.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata