Rio, Settebello in semifinale. Delusione per Vanessa Ferrari
Ruffini sesto nella 10 km. Nel corpo libero oro alla fuoriclasse Biles. Tutto facile per Bolt nelle batterie 200 m

Il Settebello si è qualificato per le semifinali del torneo di pallanuoto maschile di Rio 2016. Gli azzurri di Campagna hanno battuto nei quarti la Grecia 9-5.  Grande protagonista Figlioli con tre reti, doppietta per Aicardi. A segno poi Presciutti, Nora, Gitto e Di Fulvio. Gli azzurri non battevano da oltre quattro anni la Grecia in competizioni internazionali. Prossima avversaria dell'Italia è la Serbia, che nel precedente quarto si è imposta sulla Spagna. L'altra semifinale sarà Montenegro-Croazia.

"Abbiamo giocato con grande tranquillità? A volte sembra, ma c'era la pressione portata da una sfida contro la Grecia che ci portavamo dietro da anni, ci hanno sempre fatto soffire da prima di Kazan. Per noi è una rivincita grossa". Così Matteo Aicardi dopo la vittoria. Il centroboa azzurro, autore di una doppietta, guarda già alla semifinale: "Non dobbiamo sederci, pensiamo alla Serbia, che ci fanno soffire da ancora prima. Dovremo avere le forze per reagire subito e dimenticarci questa bellissima partita, dalla quale estrapoleremo le cose belle ma anche quelle negative. Anche se sono state pochissime quelle negative, c'è sempre fa perfezionarsi".  "Dobbiamo tirare fuori ancora di più il meglio da noi stessi". Sandro Campagna, ct del Settebello, elogia la prestazione degli azzurri nel quarto del torneo di Rio 2016 contro la Grecia ma guarda già alla semifinale contro la Serbia. 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata