Rio, presidente del Cio irlandese arrestato per bagarinaggio
Il dirigente irlandese sarebbe stato portato in ospedale dopo aver accusato un malore

La polizia di Rio de Janeiro ha arrestato un membro del Comitato Olimpico internazionale (Cio) sospettato di aver preso parte a una rete di vendita illegale di biglietti per i Giochi Olimpici. L'uomo è stato fermato questa mattina in un hotel di Barra da Tijuca, si tratta del presidente del Comitato Olimpico irlandese Patrick Hickey. Secondo voci non confermate, il dirigente irlandese sarebbe stato portato in ospedale dopo aver accusato un malore. Nell'ambito della stessa inchiesta, è in carcere in Brasile dal 5 agosto un altro cittadino irlandese, il direttore di THG Sports, Kevin Mallon, specializzato in corporate e sport hospitality.

Hickey, ex judoka, è anche presidente dei Coe, i comitato olimpici europei. Un portavoce del Cio ha detto di essere consapevole di quanto accaduto in attesa di riscontri ufficiali. "Siamo in attesa di avere dei chiarimenti sulla situazione. Quando li avremo emaneremo un comunicato tramite i nostri canali ufficiali".
 

Hickey, ex judoka, è anche presidente dei Coe, i comitato olimpici europei. Un portavoce del Cio ha detto di essere consapevole di quanto accaduto in attesa di riscontri ufficiali. "Siamo in attesa di avere dei chiarimenti sulla situazione. Quando li avremo emaneremo un comunicato tramite i nostri canali ufficiali".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata