Rio, oggi speranza di medaglie da Campriani, Cagnotto e spada a squadre / LIVE
Anche Tartaglini nel windsurf è in corsa per il podio. Straneo tredicesima nella maratona

Giornata ricca di speranze per l'Italia alle Olimpiadi di Rio, dopo i fasti della notte passata durante la quale, nei 1500 stile libero, Gregorio Paltrinieri e Gabriele Detti hanno vinto rispettivamente un oro e un bronzo. Speranze di medaglie riposte su tre fronti principali: Niccolò Campriani nella carabina 50 metri 3 posizioni è il campione in carica e grande favorito per l'oro. Flavia Tartaglini nel windsurf è in piena corsa per vincere una medaglia: l'azzurra è al comando dopo le qualifiche nella classe RS:X. 

Settima in semifinale, Tania Cagnotto proverà a chiudere la sua straordinaria carriere con una medaglia individuale nella sua gara preferita: i tuffi dal trampolino da 3 metri. Speranze azzurre riposte anche nella spada a squadre maschile di scherma e nella maratona femminile con Catherine Bertone, Anna Incerti e Valeria Straneo. Nel pomeriggio torna in gara il Settebello della pallanuoto contro gli Stati Uniti. In serata, infine, grande attesa per la finale dei 100 metri con Usain Bolt a caccia della medaglia d'oro per entrare nella leggenda.

LA DIRETTA 

ATLETICA. La kenyana Jemima Jelagat Sumgong ha vinto la medaglia d'oro nella maratona femminile con il tempo di 2 ore 24 minuti e 04 secondi. Medaglia d'argento per l'atleta del Bahrain Jepkirui Eunice Kirwa, bronzo per l'etiope Mare Dibaba. Migliore delle italiane Valeria Straneo arrivata 13/a in 2h29'44" miglior prestazione stagionale. Quella della Sumgong è la prima medaglia d'oro per il Kenya nella maratona femminile. La Straneo è stata la seconda europea al traguardo dopo la bielorussa Mazuronak, quinta. Per quanto riguarda le altre italiane, 25/a esima la 44enne Catherine Bertone mentre si è ritirata Anna Incerti. "Ho dato veramente tutto e sono felicissima di essere riuscita a farlo. La mia è stata una preparazione molto difficile - ha dichiarato la Straneo - a causa di infortunio che mi ha condizionato per diverse settimane, ed è stata dura recuperare il tempo perduto. Non ho sofferto il caldo, anche se c'era poca ombra nel percorso. Alla vigilia abbiamo formato un bel gruppo con le altre due azzurre, stemperando la tensione. Speravo di correre sotto le 2 ore e 30 minuti, questo è un buon punto di partenza per la prossima maratona a cui sto già pensando. Finché mi diverto, vado avanti".

TIRO. Niccolò Campriani accede alla fase finale del tiro a segno, specialità carabina 50 metri tre posizioni, ai Giochi di Rio. Il fiorentino ha ottenuto l'ottavo punteggio. 19° ed eliminato l'altro azzurro in gara, Marco De Nicolo.

SCHERMA. Gli azzurri accedono alla semifinale della prova a squadre di spada maschile. Il terzetto formato da Marco Fichera, Paolo Piazzo ed Enrico Garozzo ha battuto nei quarti la Svizzera 45-32. Prossima avversaria l'Ucraina, vittoriosa nel match contro la Russia con lo stesso punteggio, 45-32.

NUOTO SINCRO. Il duo azzurro Linda Cerruti e Costanza Ferro è sesto dopo il preliminare esercizio libero di nuoto sincronizzato. Le atlete italiane hanno ottenuto un punteggio di 91.1333.

VOLLEY.  Impresa dell'Italia del volley che al Maracazinho batte 3-1 (23-25, 25-23, 25-22, 25-15) i padroni di casa del Brasile. Un successo che consente ai ragazzi di Blengini di assicurarsi il passaggio ai quarti di finale come prima forza del girone A. Miglior marcatore azzurro Ivan Zaytsev con 20 punti.
 Vittoria di sostanza maturata in rimonta dopo aver perduto il primo set in cui Birarelli e compagni erano arrivati a condurre 23-21. Poi il match ha cambiato volto, nel secondo c'è stata una gran bagarre, ma alla fine sono stati gli azzurri ad imporsi 25-23. Ancora equilibrato il terzo, con l'Italia più tranquilla e sicura. Semplicemente dominato dai tricolori il quarto. Grande prova di squadra in cui tutti i singoli si sono esaltati: da Zaytsev best scorer con 21 punti, al capitano Birarelli entrato a freddo dopo pochi scambi per sostituire Piano (l'infortunio di Matteo che deve ancora essere valutato è la nota stonata della giornata) è divenuto un vero baluardo a muro. Almeno quanto Colaci lo è stato in difesa. Bravo a guidare la squadra nei momenti delicati Giannelli, generoso e concreto Lanza, ben affiancato da Buti. Super come sempre dal secondo set in poi Juantorena-.  Il Brasile ha dato tutto quello che aveva ma non è bastato, rispetto alla squadra che aveva superato nettamente gli azzurri a Cracovia in luglio sembrava composto di uomini diversi, ma anche l'Italia sembrava un'altra. La sconfitta (la seconda consecutiva) mette i verde oro in una situazione delicatissima di classifica. I brasiliani contro la Francia, il giorno di Ferragosto, si giocheranno tantissimo, rischiando anche l'eliminazione nel caso in cui Bruno e compagni dovessero perdere con i transalpini (andati ko con gli Usa) e il Canada battere la formazione di Blengini. Come hanno sottolineato i giocatori italiani sono state vinte tutte le gare, ma ancora non si è fatto nulla. Essere consapevoli di questo è già una cosa importante per una Olimpiade che dopo quattro giornate vede solo l'Italia ancora imbattuta tra le dodici in lizza.
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata