Rio, Lochte e compagni rischiano incriminazione per vandalismo
Nel mirino l'incidente che si è verificato in un distributore di benzina lo scorso fine settimana

La polizia brasiliana potrebbe "in teoria" incriminare il gruppo di nuotatori olimpici degli Stati Uniti per falsa testimonianza e atti di vandalismo riguardo l'incidente che si è verificato in un distributore di benzina a Rio de Janeiro lo scorso fine settimana. Lo riferisce il capo della Policia Civil di Rio, Fernando Veloso. La polizia ha iniziato ad indagare sull'accaduto dopo quattro nuotatori, tra cui le medaglie d'oro Ryan Lochte e Jimmy Feigen, avevano detto di essere stati derubati da uomini armati travestiti da agenti di polizia nelle prime ore di domenica, mentre tornavano in taxi verso il villaggio olimpico dopo una festa in città. Veloso ha chiarito che non c'è stata alcuna rapina, come invece spiegato dai nuotatori, i quali si sono offerti di risarcire il danno alla stazione di servizio.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata