Rio, Campriani è settimo oro per Italia. Ora tocca a spada/ Live
Niente medaglia per Tartaglini. Straneo tredicesima nella maratona

Arriva il settimo oro con Niccolò Campriani nel tiro a segno, specialità carabina 50 metri tre posizioni. E' la 19/a medaglia dell'Italia in questa edizione dei Giochi.. E' il secondo oro a Rio per il fiorentino, già trionfatore a Londra 2012.  L'azzurro ha totalizzato in finale un punteggio di 458.8. Medaglia d'argento per il russo Sergey Kamenskiy, bronzo per il francese Alexis Raynaud. "E' stata una giornata pazzesca, sono stato molto fortunato ad arrivare in finale", ha dichiarato, a caldo, il campione. 

Oggi è giornata ricca di speranze per l'Italia alle Olimpiadi di Rio, dopo i fasti della notte passata durante la quale, nei 1500 stile libero,Gregorio Paltrinieri e Gabriele Detti hanno vinto rispettivamente un oro e un bronzo. Dopo la vetta conquistata da Campriani speranze di medaglie riposte tre fronti: windsurf, scherma e tuffi. Flavia Tartaglini nel windsurf è in piena corsa per vincere una medaglia,, l'azzurra è al comando dopo le qualifiche nella classe RS:X. 

Settima in semifinale, Tania Cagnotto proverà a chiudere la sua straordinaria carriere con una medaglia individuale nella sua gara preferita: i tuffi dal trampolino da 3 metri. Speranze azzurre riposte anche nella spada a squadre maschile di scherma, che è finale per l'oro e nella maratona femminile con Catherine Bertone, Anna Incerti e Valeria Straneo. Nel pomeriggio torna in gara il Settebello della pallanuoto contro gli Stati Uniti. In serata, infine, grande attesa per la finale dei 100 metri con Usain Bolt a caccia della medaglia d'oro per entrare nella leggenda.

LA DIRETTA 

ATLETICA. La kenyana Jemima Jelagat Sumgong ha vinto la medaglia d'oro nella maratona femminile con il tempo di 2 ore 24 minuti e 04 secondi. Medaglia d'argento per l'atleta del Bahrain Jepkirui Eunice Kirwa, bronzo per l'etiope Mare Dibaba. Migliore delle italiane Valeria Straneo arrivata 13/a in 2h29'44" miglior prestazione stagionale. Quella della Sumgong è la prima medaglia d'oro per il Kenya nella maratona femminile. La Straneo è stata la seconda europea al traguardo dopo la bielorussa Mazuronak, quinta. Per quanto riguarda le altre italiane, 25/a esima la 44enne Catherine Bertone mentre si è ritirata Anna Incerti. "Ho dato veramente tutto e sono felicissima di essere riuscita a farlo. La mia è stata una preparazione molto difficile - ha dichiarato la Straneo - a causa di infortunio che mi ha condizionato per diverse settimane, ed è stata dura recuperare il tempo perduto. Non ho sofferto il caldo, anche se c'era poca ombra nel percorso. Alla vigilia abbiamo formato un bel gruppo con le altre due azzurre, stemperando la tensione. Speravo di correre sotto le 2 ore e 30 minuti, questo è un buon punto di partenza per la prossima maratona a cui sto già pensando. Finché mi diverto, vado avanti".

SCHERMA. Un'altra medaglia sicura dalla scherma italiana alle Olimpiadi di Rio de Janeiro. La squadra di spada maschile composta da Enrico Garozzo, Marco Fichera e Paolo Pizzo si è qualificata per la finale per la medaglia d'oro battendo in semifinale l'Ucraina 45-33. Per l'Italia, che dovrà battersi con la Francia, arriverà quindi o la medaglia d'oro o l'argento. In finale l'Italia affronterà la Francia che nell'altra semifinale ha superato l'Ungheria 45-40. I magiari affronteranno nella finalina per il bronzo l'Ucraina.

VELA. Niente medaglia per Flavia Tartaglini nella medal race del windsurf ai Giochi di Rio. In una giornata caratterizzata dall'assenza di vento che ha fatto ritardare l'inizio della gara la romana non è andata oltre l'ottavo posto che l'ha fatta retrocedere dalla prima alla sesta posizione complessiva. La medaglia d'oro è andata alla francese Charlin Picon davanti alla cinese Peina Chen ed alla Russia Stefaniya Elfutina. Decimo posto per Mattia Camboni nella Medal Race dell'RS:X di windsurf. L'azzurro ha totalizzato complessivamente 137 punti. Medaglia d'oro per l'olandese Dorian Van Rijsselberghe. Argento per il britannico Nick Dempsey, bronzo per il francese Pierre Le Coq.

 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata