Rio, Bruni: Muller mi ha buttato sotto, argento ripaga sacrifici
L'azzurra è ha conquistato il secondo posto nella 10 km di nuoto

"Finalmente è arrivata, come ho detto l'anno scorso la vendetta è un piatto che va servito freddo. Sono felice del secondo posto. Abbiamo lavorato duramente quest'anno. Dopo tanti sacrifici questa è una medaglia che mi ripaga appieno". Sono queste le prime parole di Rachele Bruni dopo l'argento conquistato nella 10 km di nuoto in acque libere ai Giochi Olimpici di Rio de Janeiro. "Ho appena abbracciato il mio allenatore, dopo 4 anni di lavoro intenso la lacrima è uscita - ha proseguito la toscana ai microfoni Rai - Non sono un'atleta molto facile da gestire". L'azzurra, inizialmente terza, è salita in seconda posizione dopo la squalifica della francese Muller. "Al traguardo mi ha buttato sotto e non ho potuto toccare subito il tabellone d'arrivo - ha raccontato - Tra argento e bronzo c'è una bella differenza".
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata