Rio 2016, Pellegrini: 200 sl è mia gara, innamorata in vita e sport
"Sono una persona timida e posso risultare distante, invece è solo timidezza"

"I 200 stile libero sono resistenza alla velocità, forse è la cosa più difficile, è la mia gara. Sono una persona timida e posso risultare distante, invece è solo timidezza". Così in un'intervista a Sky Sport la nuotatrice Federica Pellegrini.

"Io non vivo di rimpianti forse dopo il 2011 non avrei lasciato Philippe (Lucas, ndr). Sono innamorata nella vita privata e in quella quella sportiva - si racconta la campionessa veneta, portabandiera italiana a Rio - sono istintiva in nel nuoto, ragiono spesso con la pancia".

"Sono molto determinata, sempre. Non mi piace farmi mettere la mano davanti in gare e in allenamento. Non c'e' piu' Castagnetti. Sono stata la prima ragazza che Alberto ha allenato: sono tornata a volare graie a lui", ha aggiunto Pellegrini.
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata