Rio 2016, Detti bronzo nei 400 stile libero: Non ho parole
Gli 'zero tituli' di Londra diventano un pallido ricordo già al primo giorno per il nuoto italiano

L'Italia del cloro torna a sorridere. Gli 'zero tituli' di Londra diventano un pallido ricordo già al primo giorno. Il merito è di una delle stelle più luminose del panorama nazionale. Gabriele Detti da Livorno, compagno di allenamenti di Gregorio Paltrinieri e nipote del loro tecnico e mentore Stefano Morini. Dopo un 2015 da incubo per problemi fisici ed un 2016 sempre in crescendo il toscano si era presentato a Rio con l'etichetta della possibile sorpresa. Detto e fatto con un'ultima vasca, la specialità della casa, da brividi, che gli ha regalato una fantastica medaglia di bronzo (3'43.49). Davanti a lui solo i dominatori della specialità. L'australiano Mack Horton, oro in 3'41"44 ed  il cinese Sun Yang, argento in 3'41"68. Un podio che infonde energie anche a Paltrinieri che avrà gli stessi rivali nei suoi 1500 stile libero. Il tempo di Detti, oltre ad essere il personale, lo avvicina anche a soli 9 centesimi al record italiano (3'43"40) stabilito da Massimiliano Rosolino a Sydney quando vinse l'oro.

"Ci ho provato ed è andata bene. Non ho parole, mi trema tutto e mi gira la testa. L'obiettivo era andare a medaglia. Nell'ultima vasca non ho pensato più a niente poi quando ho visto che, tranne quei due davanti, li avevo passati tutti ho capito che era fatta". Le prime parole del non ancora 22enne. Proprio nel momento in cui Detti dedica "alla mia famiglia che è rimasta sveglia stanotte" la medaglia arriva la telefonata da casa di mamma e papà con un simpatico siparietto che strappa risate a tutti i presenti.

Il tecnico e zio Stefano Morini se lo coccola. "Sono contento. E' la prima medaglia della famiglia Detti-Morini", racconta. "Dopo un 2015 triste a colpa di malattie varie a settembre ho visto che era tornata un'altra persona - aggiunge - si vedeva la cattiveria agonistica. Ora bisogna confermarsi perché, come diciamo noi a Livorno, 'una botta e via' può essere anche facile".Un messaggio recapitato anche al gemello delle corsie Gregorio Paltrinieri che, a differenza sua, partirà da favorito e non da outsider.

GUARDA LE FOTO PIU' BELLE DELLE PRIME GARE DI NUOTO DI RIO 2016

LA GALLERY DEGLI ATLETI DI RIO NELLE LORO 'FASI DI VOLO'
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata