Rio 2016, britannico Rutherford: Congelerò seme contro rischi Zika
L'atleta preoccupato per un possibile contagio dal virus

L'epidemia di Zika in Brasile ha spinto l'atleta britannico Greg Rutherford a decidere di congelare il suo seme prima di difendere il titolo nel salto in lungo alle Olimpiadi di Rio. Zika, virus trasmesso dalle zanzare, può causare malformazioni ai nascituri e problemi di sviluppo. La compagna di Rutherford, Susie Verrill, che non sarà presente ai Giochi con il giovane figlio, ha detto che la coppia aveva preso la precauzione perché volevano avere più figli. "Non vogliamo metterci in una situazione che si potrebbe evitare", ha spiegato alla rivista 'Standard Issue', "non siamo noi a preoccuparci inutilmenten ma dopo che più di 100 esperti medici hanno sottolineato che i Giochi dovrebbero essere spostati per evitare la diffusione della malattia, abbiamo scelto di restare".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata