Rio2016, Phelps: Smetto davvero. Paltrinieri? E' incredibile
Il campione statunitense incorona il nuotatore azzurro

"I miei compagni non credono al mio ritiro? Probabilmente perché l'avevo detto anche nel 2012 e poi sono tornato, ma questa volta è finita". Così Micheal Phelps, recordman assoluto di medaglie d'oro alle Olimpiadi, nel corso di una intervista esclusiva a Mediaset Premium torna sull'annuncio del suo ritiro. "Questo è esattamente il modo in cui volevo terminare la mia carriera. Le emozioni che avete visto dopo le gare mi hanno reso felice. Ci sono gare che resteranno sempre nei miei ricordi - ha aggiunto -, è stata una grande opportunità". "Differenza tra queste e le altre Olimpaidi? Queste Olimpiadi mi sono piaciute ma ogni Olimpiade è diversa. Ero già stato a Rio prima dei Giochi - ha ricordato -, è stato bello essere qui e vivere questa esperienza". "Io più medaglie d'oro del Brasile in tutta la sua storia? E' pazzesco, non sono sicuro di quando realizzerò esattamente quello che ho fatto. Ho vinto 28 medaglie, 23 d'oro, penso solo che ho realizzato un sogno", ha dichiarato ancora Phelps. "Il mio legame con l'Italia? Conosco molti nuotatori italiani, Filippo Magnini è un amico, con Luca Marin ho gareggiato un paio di volte. Mi piacerebbe molto tornare in Italia, ci sono stato solo per gareggiare, vorrei visitare il Paese", ha raccontato Phelps, "la vittoria di Paltrinieri? La sua nuotata è incredibile. E' un nuotatore folle, solo per essere stato così vicino al record del mondo. E' un record difficilissimo da battere, mi sono divertito a guardarlo inseguire quel record, prima o poi lo batterà". "Federica Pellegrini dovrebbe gareggiare ancora? Quella di continuare o smettere - ha concluso - deve essere solo una sua decisione ma se continuerà sarà entusiasmante: con lei i 200 saranno sempre una gara fantastica".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata