Reja: Difficile sostituire Hernanes. Matri, Biabiany e Giovinco hannno detto no alla Lazio

Roma, 1 feb. (LaPresse) - "Mi dispiace per Hernanes, l'ho voluto io a tutti i costi. Gli scenari del calcio sono strani, non credevo ci fossero richieste tali da prenderlo. Sostituirlo non sarà facile". Così Edy Reja commenta in conferenza stampa l'addio alla Lazio del centrocampista brasiliano Hernanes. Il tecnico laziale parla anche del nuovo arrivato Kakuta, "un esterno sinistro, che può giocare da seconda punta".

Reja chiama quindi a raccolta i tifosi in questo momento difficile per la squadra: "Chiedo ai tifosi di darci una mano in questo momento, noi li ringrazieremo". Infine sull'avversario di domani. "Il Chievo è una squadra organizzata, la Lazio ha lavorato bene in settimana e andiamo per dare battaglia", conclude Reja.

"Ci sono stati una decina di nomi che abbiamo cercato e hanno rifiutato tutti. La Juventus aveva alcuni giocatori che potevano interessarci e hanno rifiutato". Così Reja commenta amaro all'indomani della chiusura del mercato invernale, che ha visto la Lazio cedere Hernanes all'Inter. "Abbiamo chiesto anche Giovinco ma nessuno vuole venire da noi. Siamo rimasti un po' male. L'ultimo, Bibiany sembrava fatto, evidentemente stanno bene dove sono e preferiscono non giocare", prosegue.

Ancora Reja con amarezza. "Mi dispiace per i giocatori che hanno rifiutato. Siamo partiti da Matri - rivela - poi abbiamo cercato altri giocatori ma non sono arrivati. Se non accettano resta il rammarico ma non ci posso fare niente". Quindi bisogna voltare pagina e pensare al campionato: "Cercherò di trarre il massimo da questa rosa, servirà il 200% in campo, proverò a valorizzare al massimo questo patrimonio. Veniamo da un risultato positivo contro l'Udinese, poi abbiamo fatto una buona gara con la Juve, cerchiamo dare continuità a questi risultati". Conclude Reja.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata