Reja: Clima pesante, ma Lazio voleva vincere questa partita

Roma, 23 feb. (LaPresse) - "Sono molto soddisfatto, anche perché nella squadra, quando abbiamo pareggiato per due volte, c'è stata sempre la reazione. Volevamo vincere questa partita perché era importante e perché ci avvicina alle posizioni importanti della classifica. Bisogna continuare e dare seguito a questi risultati". Così il tecnico della Lazio Edy Reja ai microfoni di Sky Sport ha commentato il successo ottenuto sul Sassuolo per 3-2. "Fisicamente c'eravamo perché abbiamo retto fino al 90', solo che non riusciamo a tenere palla, sembra che ci scotti questa palla tra i piedi - ha proseguito l'allenatore dei biancocelesti - Ho messo dentro anche Biglia perché dal punto di vista tecnico è un giocatore che ha le qualità per tenere la palla, invece, non abbiamo ottenuto neanche una punizione in tutto il secondo tempo, non dico al limite dell'area, ma anche a metà campo per respirare un po'. È chiaro che con un clima di questo genere diventa difficile anche per i ragazzi, però devo fare loro i complimenti perché hanno lottato fino all'ultimo secondo".

Prima della partita i tifosi hanno fortemente contestato il presidente Claudio Lotito. "Il clima è questo, di contestazione, ma hanno esultato sempre quando abbiamo fatto i gol e questo è importante - ha sottolineato l'ex allenatore del Napoli I tifosi sono anche un po' vicini alla squadra. Mi piacerebbe che tra squadra, tifosi e società ci fossero più accordi, questo sarebbe molto importante, anche per avere più serenità". Secondo Reja per andare avanti "bisogna tapparsi le orecchie e non sentire niente e nessuno, bisogna trovare la forza tra di noi. L'avevamo detto, dopo due sconfitte è chiaro che bisogna reagire e tornare alla vittoria - ha ammesso l'allenatore della Lazio - Il Sassuolo ha fatto un'ottima partita, ci ha creato delle difficoltà soprattutto nel secondo tempo. Abbiamo forse regalato anche noi un paio di gol perché c'è stato un infortunio a metà campo e loro ne hanno approfittato. Però noi abbiamo reagito subito e questo secondo me è l'importante. Quello che contava era fare i tre punti e adesso mi sembra che ci sia un po' più di serenità tra i ragazzi". In chisuura una battuta sull'Europa League, dove i biancocelesti sono chiamati a ribaltare la sconfitta subita per 1-0 all'andata con il Ludogorets. "Sarà difficile in Europa League, vediamo come va, speriamo di passare il turno, abbiamo perso ma non è tutto compromesso - ha concluso - Klose può giocare? Certo, Klose è uno che ha il fisico, secondo me non è uno gracilino, sopporta le fatiche. Poi da qui a giovedì penso che possa recuperare".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata