Real Madrid, polemica per festa compleanno Ronaldo dopo ko nel derby. Manager lo difende

Madrid (Spagna), 9 feb. (LaPresse) - E' polemica in Spagna per la festa di compleanno per i 30 anni di Cristiano Ronaldo andata in scena sabato sera poche ore dopo il rovinoso ko per 4-0 del Real Madrid nel derby contro l'Atletico. Il Pallone d'Oro ha deluso, così come tutti i suoi compagni, contro i colchoneros di Simeone ma sabato notte si sono scatenati a ritmo di musica. Le foto del party ovviamente hanno fatto il giro del Mondo, con la stampa spagnola che ne ha approfittato per sottolineare il difficile momento della squadra di Carlo Ancelotti. Nelle foto si vede l'asso portoghese in compagnia dell'attore colombiano Kevin Rondan, insieme a otto suoi compagni di squadra come James Rodriguez, Marcelo, Keylor Navas e anche alcuni membri dello staff tecnico del Real Madrid, come l'assistente allenatore, Paul Clemente.

Ronaldo avrebbe speso circa 400.000 euro per organizzare la festa programmato da mesi, con tanti invitati che sono arrivati a Madrid a posta e non poteva essere annullata da un momento all'altro. Tuttavia la vista dei giocatori che bevevano sorridenti e in posa per le foto come se nulla fosse accaduto ha fatto arrabbiare i tifosi del Real Madrid, il presidente Florentino Perez e i membri della squadra che non erano presenti. In particolare l'assenza di veterani come Iker Casillas e Sergio Ramos avrebbe causato anche una divisione all'interno dello spogliatoio. Intanto l'agente di Ronaldo Jorge Mendes ha cercato di sminuire la polemica dicendo che Ronaldo è "molto arrabbiato per la sconfitta, ma ha voluto rispettare le persone arrivate anche per il compleanno di sua nipote". Il potente procuratore portoghese, come il presidente Perez, si è detto molto arrabbiato del fatto che le immagini della festa siano arrivate alla stampa. "Cristiano rimane il giocatore migliore del mondo e il più professionale, il migliore nella storia", ha ribadito Jorge Mendes parlando ad una radio spagnola.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata