Ranieri: Non sono Mago Oz ma risolveremo problemi

Milano, 1 nov. (LaPresse) - "Abbiamo molto rispetto del Lille è da tantissimo tempo che non perde fuori casa e l'ultima volta che è stato a San Siro ha vinto col Milan. Domani, però, vogliamo vincere noi, per assicurarci la qualificazione", parole del tecnico dell'Inter, Claudio Ranieri, alla vigilia della gara di Champions League contro i campioni di Francia. "Hazard? L'ho già detto all'andata, è un grande giocatore", ha aggiunto Ranieri.

"Quando si cambia modo di allenare, qualche inconveniente può arrivare. Ma da quando siamo qui abbiamo potuto allenare solo durante la pausa, non abbiamo certo fatto danni e ci siamo allenati sempre meno di un'ora e mezza", così il tecnico nerazzurro ha risposto a chi gli chiedeva lumi sui problemi di infortuni della squadra.

"Maicon? Abbiamo cercato di farlo allenare giocando - ha aggiunto - potrebbe essere stato forse un errore nostro, potrebbe essere questa forse una spiegazione, ma ci sono delle annate in cui ci si infortuna di più e altre di meno".

Il tecnico romano ha poi voluto difendere la squadra, accusata di essere logora: "Non sono il mago di Oz che arriva e risolve problemi. Mi aspettavo di avere delle difficoltà ma sono pronto a superarle insieme alla squadra - ha spiegato - quando ci alleniamo non vedo giocatoro logori. Dateci tempo e fiducia e vedrete".

Alla conferenza ha preso parte anche l'attaccante argentino Diego Milito: "Piano piano sono convinto che io e la squadra torneremo a grandi livelli - ha detto - Sono certo che faremo una grande gara - ha aggiunto - questa squadra ha sempre saputo dimostrare e domani abbiamo una bella opportunità, vogliamo vincere. Mi auguro di vincere il girone e in quest'ottica domani sarà una gara importantissima".

Infine una battuta sull'astinenza da gol sua e della squadra: "Torneremo a fare anche quelli. Bisogna stare tranquilli, sereni e lavorare, il lavoro paga. Questo periodo passerà. Come sto? Bene: certo quel gol mancato nell'ultima gara che ho giocato mi è pesato, ma sto bene".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata