Ranieri: L'Inter che ha vinto tutto non c'è più

Milano (Italia), 9 dic. (LaPresse) - "Non mi aspettavo di trovare una sitruazione facile, io sono comunque orgoglioso di essere l'allenatore dell'Inter perchè mi trovo veramente bene in questa famiglia". Lo ha detto l'allenatore dell'Inter, Claudio Ranieri, in conferenza stampa alla vigilia della partita contro la Fiorentina. Il tecnico nerazzurro ha poi smentito le voci di un Moratti arrabbiato per i risultati: "Moratti è deluso ma è sempre pronto a spronarci e a darci quel calore che uno come lui deve darci. Non è nè arabbiatio e nè negativo, per questo lo ringrazio. La squadra e l'allenatore lo sentono molto", ha aggiunto Ranieri.

"In questo momento ci manca il gol. Non riusciamo a concretizzare e a volte finiamo per subire una rete nerl finale quando siamo sbilanciati", ha detto ancora Ranieri. "Dobbiamo essere pià attenti. Mercoledì volevo orgoglio, concentrazione e determinazione e anche c'è stato. I tifosi credo stiano apprezzando l'impegno della squadra", ha aggiunto il tecnico. Poi Ranieri ha fatto il punto sulla condizione della squadra. "Maicon non è ancora al 100% e ovviamente non possiamo aspettarci di vederlo sui suoi soliti livelli", ha detto Ranieri. Il tecnico è tornato anche su un concetto già espresso: "La squadra che ha vinto tutto non c'è più. Non ci sono più gli Eto'o, Milito è in un momento in cui non gliene va bene una. Io sto lavorando e finchè vedrete una squadra che lotta bisogna stare tranquilli".

Ranieri, ha convocato 20 giocatori in vista della gara contro la Fiorentina, gara valida per l'anticipo 15esima giornata di serie A, in programma domani. Recuperati Maicon e Lucio, ancora out Sneijder. Assenti anche Stankovic e Obi. Questo l'elenco: Julio Cesar, Luca Castellazzi, Paolo Orlandoni; Ivan Ramiro Cordoba, Lucio, Maicon, Andrea Ranocchia, Walter Samuel, Davide Faraoni, Yuto Nagatomo; Thiago Motta, Ricardo Alvarez, Andrea Poli, Esteban Cambiasso, Coutinho, Sulley Muntari; Giampaolo Pazzini, Diego Milito, Mauro Zarate, Luc Castaignos.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata