Qualificazioni mondiali, Argentina pari. Cavani salva l'Uruguay

Buenos Aires (Argentina), 12 set. (LaPresse/AP) - L'Argentina ha pareggiato per 1-1 contro il Perù e si conferma al comando del girone di qualificazione sudamericano ai Mondiali del 2014. I Gauchos hanno rischiato grosso a Lima, con Gonzalo Higuain che al 37' ha pareggiato il vantaggio peruviano firmato da Carlos Zamorano al 22'. Il portiere della Samp Sergio Romero ha parato un calcio di rigore al centravanti peruviano Claudio Pizarro al 3'. La squadra di Sabella ha ora 14 punti in classifica in sette incontri, uno in più di Colombia ed Ecuador.

Proprio i colombiani hanno confermato il loro momento magico, andando a vincere per 3-1 in Cile solo quattro giorni dopo aver rifilato un sonoro 4-0 all'Uruguay. Dopo il vantaggio iniziale del viola Matias Fernandez per il Cile, la Colombia ha ribaltato il risultato con le reti nella ripresa di James Rodriguez, Radamel Falcao e Teofilo Gutierrez. Nel Cile da segnalare la presenza dall'inizio degli juventini Mauricio Isla e Arturo Vidal.

Dopo il clamoroso ko con la Colombia, l'Uruguay di Cavani delude ancora e non è andata oltre il pareggio per 1-1 sul campo dell'Ecuador. Un gol del Matador al 67' ha evitato il clamoroso ko alla Celeste, trovatasi sotto di un gol dopo soli 6' per un rigore di Felipe Caicedo.

La sorpresa della notte è arrivata però dal Venezuela, che ha battuto per 2-0 il Paraguay grazie a una doppietta di Jose Salomon Rondon al 44' e al 67'. Il Venezuela è l'unica nazionale del Sud America a non essersi mai qualificata per una fase finale di un Mondiale e ora con 11 punti in classifica ha più di una speranza di strappare il pass. Le prime quattro del girone si qualificano automaticamente alla fase finale, la quinta giocherà uno spareggio contro una squadra della federazione asiatica. Il Brasile è qualificato di diritto come paese ospitante.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata