Qpr, Taarabt replica ad accuse Redknapp: Al Milan allenamenti più intensi

Londra (Regno Unito), 21 ott. (LaPresse/PA) - Adel Taarabt non ci sta. Il centrocampista del Queens Park Rangers replica alle critiche del tecnico Harry Redknapp, che nei giorni scorsi lo ha accusato di scarsa forma e giudicandolo non ideo a giocare. "E' sovrappeso", aveva detto l'allenatore, aggiungendo che "nell'ultima partita che ha giocato con le riserve, io avrei corso di più di lui". "Sono un professionista", si è difeso Taarabt, la scorsa stagione in prestito al Milan, in un'intervista al 'Daily Mail'. "Ho giocato quella partita per 90 minuti, e se pensava che non stessi correndo mi avrebbe tolto. Forse non ho giocato come avrei potuto perché si trattava di una partita tra riserve e mi stavo contenendo".

"Il mio lavoro - ha aggiunto - è quello di creare, fare gol. Forse si aspetta che faccia più contrasti. Io non sono questo tipo di giocatore. Posso solo ad ottenere la giusta forma e giocare in Premier League". Taarabt ha collezionato appena tre presenze con il club in questa stagione dopo la parentesi al Milan, e non ha esitato a criticare il modo in cui Redknapp sta gestendo la squadra. "Le sessioni di allenamento non sono agli stessi livelli di quelli che facevo a Milano, o di quello che ci si aspetterebbe sotto un altro allenatore" ha proseguito il marocchino. "Non sono così intensi, i giocatori non sono così motivati". "Dopo la partita con il West Ham (persa 2-0, ndr) - ha sottolineato Taarabt - ha detto che tutta la squadra non era in forma. Dopo il Liverpool (match vinto in maniera rocambolesca dai Reds 3-2), visto che la nostra prestazione è stata buona, ha detto che tutto era perfetto. Com'è possibile che la nostra forma sia cambiata tanto in una settimana? Impossibile".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata