Pugno duro della Fifa contro Suarez: 9 turni di squalifica e stop 4 mesi dopo Mondiale

Rio de Janeiro (Uruguay), 26 giu. (LaPresse/AP) - Il Mondiale di Luis Suarez è finito. La Fifa ha squalificato l'attaccante dell'Uruguay per nove giornate dopo il morso dato a Chiellini in occasione della partita con l'Italia. La 'Celeste' perde così la stella del Liverpool per il resto della Coppa del Mondo. Inoltre la Fifa ha estromesso per 4 mesi Suarez da ogni attività calcistica, costringendo il giocatore a saltare anche l'inizio della Premier League con il Liverpool. L'uruguaiano, multato per 100000 franchi svizzeri, salterà oltre al Mondiale anche parte della Copa America, in programma il prossimo anno. La squalifica ha effetto immediato: il 'Pistolero' sarà assente già per gli ottavi di finale che vedono l'Uruguay opposto alla Colombia, nella sfida di sabato. "Questo comportamento non può essere tollerato in qualsiasi campo da calcio e in particolare nella Coppa del Mondo", ha dichiarato Claudio Sulser, presidente della Commissione Disciplinare della Fifa.

IL GOVERNO - Una sanzione "eccessiva". Così la ministra del Turismo e dello Sport uruguaiano, Lilian Kechichian, ha definito su Twitter la maxisqualifica inflitta dalla Fifa all'attaccante della 'Celeste'."Una sanzione eccessiva che ci fa male", ha scritto su Twitter la Kechichian, annunciando che incontrerà il presidente della repubblica José Mujica per discutere sulla questione.

LO SPONSOR - L'Adidas, sponsor sia di Luis Suarez che dei Mondiali, si dice d'accordo con la sentenza decisa dalla Fifa. In un comunicato l'azienda ha spiegato che non userà Suarez per "ulteriori attività di marketing" durante la Coppa del Mondo. "Gli vogliamo ricordare - ha aggiunto l'Adidas - gli alti standard che ci aspettiamo dai nostri giocatori".



© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata