Premier, testa calda Balotelli: l'addio al City si gioca a 2,25
ROMA - La fama di Bad Boy lo perseguita ormai da tempo e di certo Mario Balotelli non fa nulla per redimersi agli occhi dell'opinione pubblica. Un tackle troppo violento ai danni del suo compagno Sinclair in allenamento ed ed è arrivato il rimbrotto di Roberto Mancini, con rissa a seguire causata dalla reazione dell'attaccante. Solo l'ultima delle intemperanze del calciatore che puntualmente finiscono per influenzare le lavagne dei bookmaker inglesi. Che dopo la rissa con il Mancio prendono in considerazione seriamente l'ipotesi che SuperMario vada via già in questa parentesi di mercato, anche in prestito. Una possibilità che si gioca a 2,25, anche se le quote lasciano uno spiraglio aperto per la pace con l'allenatore: Balotelli ancora al City si gioca a 1,60. Intanto in lavagna restano le scommesse su altre "balotellate": ad esempio, si trova la scommessa sull'arresto di SuperMario durante il 2013, un'eventualità piazzata a 9,00, mentre ricordando l'episodio del 2011, quando diede fuoco alla sua casa giocando con dei fuochi d'artificio, i quotisiti inglesi pensano allo stesso episodio replicato all'Etihad Stadium con un epilogo a dir poco sorprendente. Che dopo una simile bravata Balotelli - sempre nel corso del 2013 - diventi manager del City al posto di Mancini: un colpo da 10mila volte la scommessa. AG/Agipro

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata