Prandelli: Italia alla Confederations Cup con grandi aspettative

Coverciano (Fi), 3 giu. (LaPresse) - "Con che aspettative ci recheremo in Brasile? Grandi perché è una manifestazione che si fa con grande volontà e voglia di affrontare le squadre più forte del mondo". Risponde così il commissario tecnico dell'Italia, Cesare Prandelli, ad una domanda di un cronista brasiliano relativa all'approccio che gli Azzurri avranno nell'affrontare la prossima Confederations Cup.

Prandelli, che ha svelato di non aver visto ieri sera Inghilterra-Brasile preferendo la finale del campionato di Serie B, Empoli-Livorno, ha detto che il Brasile "ha un potenziale straordinario ed un allenatore meraviglioso che ha sempre fatto giocare bene le sue squadre dando spirito e carattere. Una cosa non scontata quando hai tanti campioni". Infine una battuta su Neymar, affrontato dall'Italia nell'amichevole giocata in Svizzera lo scorso marzo: "Avevo aspettative alte e sono state confermate. Mi ha impressonato, è un grande giocatore. Uno dei migliori al mondo".

"Daremo la lista dopo il secondo allenamento, abbiamo ancora dei piccoli dubbi", ha detto ancora Prandelli nel corso della conferenza stampa di questo pomeriggio a Coverciano. "La cosa più importane è verificare le condizioni di Barzagli, vedremo dopo l'allenamento", ha aggiunto il tecnico azzurro.

Per quanto riguarda il ballottaggio Poli-Aquilani, Prandelli non si è sbilanciato: "Fare nomi non è mai simpatico, ma questo gruppo di ragazzi non sarà tagliato o bocciato. Seguiremo tutti e ci sarà modo di richiamarli, non è stato un premio ma un modo per conoscerci e capire le qualità. E' stata una bella occasione, sono soddisfatto di tutti poi devo fare la lista e terremo conto degli impegni che avremo". Infine sull'allerta maltempo a Praga, Prandelli: "La Federazione è in contatto con la Fifa, ma le preoccupazoni piu gorsse sono per i civili visto che sono morte due persone".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata