Prandelli all'assalto della Slovenia con Cassano-Rossi

Firenze, 5 set. (LaPresse) - Balzaretti e Cassani al posto di Criscito e Maggio. Questi gli unici due cambi decisi dal tecnico azzurro Cesare Prandelli in vista della gara con la Slovenia rispetto a quella sul terreno delle Far Oer. "Sono quattro giocatori che si equivalgono, quindi gli equilibri non cambiano", ha spiegato il commissario tecnico.

Confermati gli altri 9 titolari. Buffon in porta, Chiellini e Ranocchia difensori centrali, Thiago Motta, Pirlo, De Rossi e Montolivo a centrocampo. Rossi e Cassano in avanti.

Gli unici dubbi invece rimangono legati alla panchina, specie per le punte: "Deciderò all'ultimo - ha aggiunto - Ho sei attaccanti fortissimi, due giocano, due vanno in panchina e due, per forza di cose, andranno in tribuna". Una di questi potrebbe essere Mario Balotelli. "E' stimato ma deve fare un passo indietro per essere anche rispettato", ha detto Prandelli. "Io ho molta pazienza ma dipende da lui e dai suoi comportamenti".

Il tecnico, infine, ha invitato tutti a non sottovalutare la Slovenia: "Essendo per loro l'ultima chance per restare in corsa, ce la metteranno tutta per renderci la serata difficile - ha spiegato - e qualora dovessimo perdere l'interpretazione della partita, potrebbe subentrare la paura di non farcela".

Per Prandelli comunque la ricetta necessaria per avere dei risultati positivi è una sola: "La strada che abbiamo scelto fin dall'inizio è quella del gioco, di imporlo sempre: e sono convinto che vincerò questa scommessa. Con il tempo, con più partite nelle gambe, possiamo solo migliorare".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata