Pradé: Vincere contro Juve è stato emozionante. Fiorentina non si pone limiti

Roma, 21 ott. (LaPresse) - "E' stata una bellissima emozione. Fuori dallo stadio c'erano migliaia di persone ad aspettare la squadra e la famiglia Della Valle. Una grande soddisfazione e ce la prendiamo tutta". Lo dice il direttore sportivo della Fiorentina, Daniele Pradé, ai microfoni di 'Radio Anch'io Sport' su Radio 1, il giorno dopo la vittoria sulla Juventus. "Anche se fino ad oggi avevamo perso solo la gara contro l'Inter, l'avvio di campionato non era stato esaltante - aggiunge - abbiamo avuto anche degli infortuni importanti, ma siamo contenti. Questa squadra è stata costruita per far bene e per divertire. Non ci poniamo limiti nel bene e nel male". Riguardo alla gara di ieri, Pradé non punta sulle difficoltà dei bianconeri ma sulla grande prestazione dei toscani: "Perché quei 15 minuti giocati così dicono tanto sul valore di questa squadra".

"La Fiorentina non è sul livello di Juve e Milan perché ha ricavi inferiori - sottolinea ancora Pradé - ma ha una proprietà fra le più forti del mondo che ti fa sentire al pari degli altri. Quello che bisogna migliorare è la mentalità vincente". Infine una battuta sull'ambiente allo stadio, dove tutto è andato nel migliore dei modi: "C'era un po' di paura, perché era il primo esame vero in uno stadio senza barriere ma è stato superato alla grande - dice - le società devono essere brave ad educare ma credo si possa fare in tutti gli stadi".

PEPITO ROSSI - "Su Giuseppe Rossi ci abbiamo creduto quando non stava bene e per noi è un grande orgoglio ed una grande gioia. Secondo me dal punto di vista fisico non è neanche al 70% delle sue qualità". "Noi parliamo molto con i nostri calciatori e Borja Valero ci aveva detto che il più forte con cui aveva giocato era il 'bambino', come lo chiamano loro". Poi una battuta su Mario Gomez, ancora fermo ai box: "Il suo recupero dall'infortunio sta procedendo bene - dice - ma non dobbiamo forzare altrimenti sarebbe dannoso".

MONTELLA - "Montella è un predestinato. Un allenatore forte che ha bisogno pure lui di fare esperienza. Noi crediamo fortemente nel suo talento", spiega Pradé. "Il suo presente è la Fiorentina ed il suo futuro è la Fiorentina, visto che ha firmato un contratto di 4 anni - spiega - le nostre teste sono in simbiosi".

STADIO - "Il nuovo stadio? La Fiorentina è aperta a tutte le soluzioni. C'è un binomio forte e vincente fra la proprietà ed il sindaco Renzi". "Quando ci sarà una legge giusta la Fiorentina farà qualcosa di importante - aggiunge - per ora ci teniamo il nostro che stiamo cercando di rendere sempre più agevole per i nostri tifosi".

ROMA - La vittoria sulla Juventus della Fiorentina ha lanciato ancora di più la Roma. A legare le due società molti elementi: "Da Roma sono arrivati centinaia di messaggi dei tifosi a me, Montella, Pizarro ed Aquiliani", svela il ds gigliato. "La Roma è una squadra molto forte", prosegue. "Garcia ha fatto un grande lavoro, complimenti ai dirigenti che hanno saputo formare una squadra pronta per la vittoria".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata