Pradé: Con ritorno tifosi al Franchi Fiorentina ha già vinto

Firenze, 17 dic. (LaPresse) - "Il gioco non era mai mancato, erano mancati negli ultimi 20 giorni i risultati. Siamo contenti per la vittoria che ci ridà entusiasmo e quella voglia di continuare quello che stiamo facendo e in quello che stiamo credendo". Lo ha detto il direttore sportivo della Fiorentina, Daniele Pradé, in una intervista a ViolaChannel.

"Era una partita difficile, il Siena aveva bisogno di punti e se l'è giocata contro una squadra che però sotto il profilo tecnico era più forte", aggiunge il dirigente viola a proposito del successo contro il Siena e sul momento della squadra. Pradé parla anche del prossimo impegno di Coppa Italia contro l'Udinese: "Alla Coppa Italia ci teniamo tantissimo, andremo lì per giocarcela e passare il turno contro una squadra in netta ripresa e che gioca davanti al proprio pubblico. Noi andremo lì per imporre il nostro gioco".

Al dirigente viola viene poi chiesto se ci saranno novità di mercato a gennaio. "Quello invernale è un mercato di riparazione che serve quando hai infortuni importanti. Abbiamo perso Hegazy ma abbiamo alternative valide come Migliaccio o Camporese che sta recuperando. Ad oggi - spiega Pradé - situazioni importanti in mano non ne abbiamo perche' non ci sono situazioni che interessano, il campo parla chiaro visto che nelle ultime gare abbiamo vinto bene e fatto tanti gol".

Per l'ex dirigente della Roma sono passati i primi sei mesi alla Fiorentina, è possibile tracciare anche un primo bilancio personale e di squadra: "Sono stati sei mesi intensi, passionali e quello che ha fatto la curva a Pizarro è stata una cosa emozionante. È stata una bellissima cosa che gli rimarrà per tutta la vita. Per ora non dobbiamo ancora fare bilanci, li feremo alla fine del girone di andata. Mancano due gare, ma possiamo dire che nella nostra testa e vista la situazione iniziale è un bilancio già vincente. Ieri c'erano allo stadio tante famiglie e bambini e questo vuol dire che abbiamo già vinto".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata